Strage nella Sinagoga, morti e feriti a Pittsburgh

Share

"Stiamo lavorando per assicurarci che l'area sia sicura". Un uomo armato è stato segnalato all'interno della sinagoga della "Tree of Life Congregation" di Pittsburgh, città degli Stati Uniti, capoluogo della contea di Allegheney, in Pennsylvania. Il sospettato - secondo indiscrezioni - sarebbe ferito. L'uomo che ha aperto il fuoco, secondo i media statunitensi, si era barricato all'interno della sinagoga.

- Ore 17.06: La polizia di Pittsburgh confermano la presenza di almeno un uomo armato. Lo riferiscono fonti del New York Police Department alla Nbc. "Tutti gli ebrei devono morire" urlava il killer, un 46enne di estrema destra che è stato arrestato. Mentre sparava all'impazzata - secondo ricostruzioni - urlava slogan antisemiti, e avrebbe continuato a farlo anche davanti alla polizia. Pare inoltre che fosse attivo su un sito internet popolare fra l'ultradestra; la sua pagina, nel frattempo cancellata, era zeppa di commenti antisemiti.

In uno dei suoi ultimi post prima della sparatoria, Bowers scriveva che all'organizzazione no profit Hebrew Immigrant Aid Society "piace portare invasori per uccidere la nostra gente". "E' una cosa terribile".

Tap, Di Maio: nelle carte 20 mld penali
Anche nei punti contestati non sono emersi profili di illegittimità, indipendentemente dal merito , in quanto la Commissione Via - unico soggetto titolato a pronunciarsi - ha ritenuto ottemperate le prescrizioni ", scrive.

Questo attacco arriva dopo altri due fatti che hanno preoccupato l'opinione pubblica: l'invio di 13 bombe a esponenti del partito democratico da parte di un simpatizzante di Donald Trump, e una sparatoria nel Kentucky, dove un bianco razzista ha ucciso due uomini di colore. Un matto è entrato e non c'era protezioni. La foto è stata postata su Twitter dalla Cnn, che l'ha ripresa dalla Kdka. "Ho parlato con il sindaco e il governatore per informarli che il governo è con loro", ha ancora twittato Trump. "Che Dio benedica, guidi e unisca gli Stati Uniti", scrive la First Lady davanti al sabato di sangue terribile nella comunità ebraica di Pittsburgh. Zubik in una nota diffusa dalla diocesi. David Zubik, il quale ha condannato come "grave peccato" ogni forma di odio contro gli ebrei, contro ogni religione o etnia. "Dio ci liberi dall'odio". "Dobbiamo trasformare le preghiere in gesti d'amore verso chi è vicino e fare in modo che il 'mai più´ sia realtà".

La sparatoria avvenuta in una sinagoga di Pittsburgh ha causato undici morti e quattro feriti: una vera e propria strage. L'intero popolo di Israele piange insieme alle famiglie dei morti.

Share