Tria: "Spread è alto per incertezza politica non per la manovra"

Share

"C'è un'incertezza politica su dove intende andare il Paese".

Mario Draghi ha ripetuto nei giorni scorsi che uno spread alto nuoce all'Italia.

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria rassicura sulla tenuta delle banche italiane, ma torna a esprimere qualche preoccupazione sull'andamento dello spread, ad oggi troppo alto. Secondo Tria, il presidente dell'istituto di credito europeo non è stato inopportuno (a differenza invece di quanto sostiene Di Maio), "perché ha detto quella che è la realtà - ha proseguito il ministro - come banchiere centrale".

E allora che cosa è che fa traballare i mercati e impennare lo spread? "Da ministro avrei voluto un deficit/Pil più basso, da economista anche, 2,4 o il 2,5% perché bisogna contrastare il rallentamento dell'economia". Basta abbassare il deficit al 2,2%. Ai mercati non interessano i decimali. Il ministro sottolinea: "Ho incontrato gli investitori e nessuno mi ha chiesto questo, ma mi chiedono che fara' il governo con l'Europa".

L'omicidio Kahshoggi era premeditato, lo ammette Riad
Secondo dei responsabili turchi, Khashoggi è stato ucciso da una squadra di 15 agenti venuti appositamente a Istanbul da Riyad. Un procuratore saudita ha confermato che l'omicidio di Jamal Khashoggi è stato premeditato .

Tria respinge le critiche sul Pil in crescita dell'1,5% il prossimo anno: stima giudicata ottimistica, da osservatori nazionali ( Bankitalia, Upb su tutti ) e internazionali. Ma una colpa l'Italia ce l'ha, se i mercati non si fidano. Non crescerebbe più di tanto, sembra minimizzare. Il precedente governo stimava la crescita nel 2019 all'1,4%, noi l'abbiamo valutata all'1,5% usando un modello del Tesoro utilizzato anche dal passato governo. Se non ci sarà crescita così, ci sarà un deficit del 2,8%. "E' un deficit normale in una manovra espansiva".

Ecco spiegata dunque la ratio di questo livello di deficit. Credo che ci siano tanti che in questo momento stiano tifando per lo spread, ma non mi preoccupa, perché l'Italia ha un'economia solida. "E l'Europa non c'è perché sta ancora discutendo delle proprie regole interne". La cifra stanziata per il reddito cittadinanza è di 9 miliardi inferiore ai 10 miliardi degli ottanta euro. Gli analisti dei fondi di investimento "sanno bene" che la partita "non si gioca su questi decimali". Dire questo, come certamente ha inteso significare Mario Draghi, non significa remare contro questo o quel governo ma semplicemente dire la verità che tutti dovrebbero aver presente. "Dire come non è possibile, se un ministro lo facesse turberebbe il mercato. Il secondo punto è che il piano industriale di Alitalia deve rispettare le regole europee e quindi devono esserci i privati". "Per quanto riguarda Ferrovie dello Stato, sono al 100% statali, ma il ruolo dello Stato è di nominare il consiglio di amministrazione".

Sulle opere pubbliche - "In generale dico che vanno sbloccate". Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.

Share