Tap, Di Maio: nelle carte 20 mld penali

Share

Il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, ha inviato al presidente del Consiglio Conte la valutazione sul Tap, il gasdotto che trasporterà gas naturale dalla regione del Mar Caspio in Europa, considerando l'opera legittima sul piano formale. La decisione di proseguire i lavori della tanto avversata Tap (dai Cinque Stelle) è stata comunicata ai sindaci pugliesi dal premier Giuseppe Conte, il quale ha evidenziato che "l'interruzione dell'opera comporterebbe costi insostenibili". La partita che s'apre, seppur in salita, è ora quella dei ristori territoriali, degli investimenti per il Salento, insomma della pillola da addolcire in qualsiasi modo: "Prometto un'attenzione speciale alle comunità locali perché meritano tutto il sostegno da parte del governo".

Alle penali e ai risarcimenti danni evocati da Conte non crede la comunità salentina, anche perchè - dicono da più parti - non sono mai state nè quantificate nè documentate. "Ricordiamo che la Valutazione di impatto ambientale è stata rilasciata sul progetto definitivo che, per sua natura, è suscettibile di adattamenti in fase esecutiva, e pertanto le prescrizioni possono essere aggiornate via via che in tale ultima fase dovessero emergere nuove e mutate situazioni". "Da quando ci siamo insediati abbiamo fatto quello che non e' mai stato fatto in precedenza", assicura Conte.

"È bene sottolineare - dice il ministro - che parliamo di un procedimento già autorizzato e concluso nel 2014, su cui si è espresso il Consiglio di Stato con sentenza 1392 del 27 marzo 2017 confermandone definitivamente la legittimità".

D'Amato (Lazio): "Vaccino antinfluenzale, già disponibili un milione di dosi gratuite"
E nel 2018-2019 saranno 4 i sierotipi del virus influenzale che saranno contenuti nel vaccino per contrastare la malattia. Ecco perché è importante tutelare i soggetti fragili.

"Tuttavia, come è stato detto, abbiamo ascoltato tutte le osservazioni provenienti dal territorio, sia dai portavoce del Movimento 5 Stelle sia dal comune di Melendugno - ha proseguito Costa -".

"Gli accordi chiusi in passato ci conducono a una strada senza via di uscita". Questo è un governo di continuità con quanto fatto da chi lo ha preceduto - ha spiegato - Il dato politico è uno ed è chiaro: Salvini per fare ciò che ha promesso in campagna elettorale, ha violato leggi e convenzioni internazionali, basta ricordare la chiusura dei porti e la vicenda delle navi con a bordo i migranti della scorsa estate.

"Di questo - continua il Movimento No Tap - dovrebbero prendere atto tutti i parlamentari e i ministri che si erano dichiarati contrari all'opera fraudolenta di Tap, su cui indaga la magistratura per evidenti forzature e violazioni delle norme vigenti. Anche nei punti contestati non sono emersi profili di illegittimità, indipendentemente dal merito, in quanto la Commissione Via - unico soggetto titolato a pronunciarsi - ha ritenuto ottemperate le prescrizioni", scrive. Non abbiamo riscontrato elementi di illegittimità.

Share