Richiamo prodotto Gelatina Paneangeli della Cameo per possibile presenza di Salmonella

Share

Rischio salmonella, gelatina ritirata dagli scaffali di diversi supermercati. L'avviso di richiamo è stato diffuso anche da Auchan, Bennet, Carrefour, Coop, Simply Tirreno e Unicoop. Nel dettaglio, il lotto di produzione interessato dal richiamo è il numero 24052/3 della GELATINA IN FOGLI PANEANGELI prodotta da Ewald-Gelatine GmbH nello stabilimento di Bad Sobernheim, in Germania, e venduta in confezione da 12 grammi con scadenza fissata al 5 giugno 2021.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non utilizzare la gelatina Paneangeli con il numero di lotto segnalato e di riportarla al punto vendita d'acquisto, dove sarà rimborsata.

Cameo ha richiamato in via precauzionale di un lotto di gelatina in fogli Paneangeli per una possibile contaminazione da Salmonella.

Gol Ronaldo, video Empoli-Juventus: doppietta di Cr7
Nella stagione in corso , fino a questo momento, Emre Can ha collezionato 8 presenze in campionato e 2 in Champions League . EMPOLI (4-3-2-1): Provedel; Di Lorenzo, Maietta, Silvestre, Antonelli; Acquah , Traore, Bennacer; Krunic , Zajc; Caputo .

L'allarme comunque riguarda soltanto questo prodotto, tutti gli altri a marchio Paneangeli non sono a rischio contaminazione, e l'azienda ha sottolineato: "Non sono mai stati riscontrati problemi di salute legati al consumo della Gelatina Paneangeli, sul mercato da oltre 30 anni, e nello specifico sul lotto in questione in vendita da luglio 2018".

Cameo rende noto che "Trattandosi di una potenziale contaminazione microbiologica i tempi per gli accertamenti non sono immediati pertanto, nel massimo rispetto dei nostri consumatori e partner commerciali, disponiamo in via precauzionale il ritiro del prodotto". Panenangeli ha assicurato che "la qualità e la sicurezza dei prodotti rappresentano per noi la massima priorità".

Per informazioni rivolgersi al Servizio Consumatori Paneangeli 800-211291 (lun-ven 8.30-18.30, sab 9.00-13.00) o al sito www.paneangeli.it/contatti. La gravità dei sintomi può variare da semplici disturbi - come febbre, dolore addominale, nausea, vomito e diarrea - fino a forme cliniche più gravi (batteriemie o infezioni a carico di polmoni e meningi) che si verificano soprattutto in soggetti fragili.

Share