D'Amato (Lazio): "Vaccino antinfluenzale, già disponibili un milione di dosi gratuite"

Share

Ecco perché è importante tutelare i soggetti fragili. E nel 2018-2019 saranno 4 i sierotipi del virus influenzale che saranno contenuti nel vaccino per contrastare la malattia.

I sintomi più comuni dell'influenza sono la febbre alta, sopra i 38 gradi, che arriva all'improvviso, i dolori muscolari-articolari e i sintomi respiratori come tosse, congestione nasale e mal di gola.

Il vaccino quadrivalente, che Ats Bergamo e le Asst della provincia di Bergamo raccomandano a tutta la popolazione, in base a indicazioni ministeriali, contiene i quattro sierotipi del virus, al fine di contrastare efficacemente l'attecchimento della malattia.

Il prossimo 5 novembre partirà la campagna vaccinale del servizio sanitario regionale, intanto negli ambulatori di medici, pediatri e dei servizi Ausl sono in arrivo i primi 815mila vaccini. Lo dimostrano l'attenzione dei media, le disposizioni internazionali e nazionali che regolamentano la composizione stagionale del vaccino antinfluenzale e la scelta dei gruppi di popolazione da raggiungere. Come ogni anno, il servizio sanitario offrirà gratuitamente l'antidoto a tutti i soggetti che, a causa del proprio stato di salute, si trovano in condizioni di maggior rischio.

Infatti nel periodo di tempo che va dalla nascita ai tre mesi, il bambino non ha alcun tipo di protezione e la malattia circola per via di adulti e adolescenti che hanno deciso di non effettuare i richiami.

Lazio, Inzaghi: "Il mio poker a Marsiglia sia una fonte di ispirazione"
Alla vigilia della sfida di Europa League tra Marsiglia e Lazio , il tecnico dei francesi Rudi Garcia ricorda il suo passato giallorosso e i derby in cui rimise 'la chiesa al centro del villaggiò.

Giancarlo Malchiodi, direttore dell'unità Medicina preventiva nelle comunità afferente al dipartimento di Igiene e prevenzione sanitaria di Ats Bergamo, conclude: "Il vaccino è indicato per tutti i soggetti che desiderino evitare la malattia influenzale e che non abbiano specifiche controindicazioni. Prima che nasca!", dedicata a informare e sensibilizzare le donne al sesto mese di gravidanza sull'importanza di vaccinarsi contro la pertosse.

Quest'anno la Regione mette in campo un'altra offerta, sempre gratuita, rivolta ai 65enni: la vaccinazione contro l'Herpes Zoster, il cosiddetto "fuoco di Sant'Antonio", e contro lo pneumococco, un batterio che può provocare polmoniti, meningiti e sepsi. Per la corrente stagione è inoltre prevista la circolazione di una nuova variante di un virus, rendendo suscettibili anche chi lo scorso anno si è vaccinato o ha avuto la malattia. Nel 2016, solo nel Bresciano, 5 persone sono state ricoverate in Rianimazione per le complicanze dovute all'influenza e si sono registrati due decessi.

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale di Treviglio: clicca "Mi piace" o "Segui" e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Bergamasca Eventi & News!

Share