Cina: frena a 6,5% crescita Pil terso trimestre, minimo da 2009

Share

Su base congiunturale, la crescita del Pil è stata dell'1,6%, in calo sull'1,8% del secondo trimestre dell'anno.

Nonostante il forte rallentamento, nei primi tre trimestri del 2018, il tasso di sviluppo cinese è al 6,7%, in linea per raggiungere l'obiettivo fissato dal governo nel marzo scorso di una crescita attorno al 6,5%. In realtà, le prime avvisaglie si sono manifestate già nel trimestre aprile-giugno, quando la crescita sullo stesso periodo del 2017 era stata "solo" del 6,7%. Si tratta del livello più basso degli ultimi 9 anni, che si vedeva dal primo trimestre del 2009. Il paese è alle prese con la campagna di riduzione del debito e con i contraccolpi delle tensioni sul commercio con gli Stati Uniti.

Manovra economica sarà respinta a dirlo Oettinger. Poi si corregge
Agenpress - La manovra di bilancio dell'Italia non verrà approvata dalla commissione Ue . In questo modo passava settimane e mesi interi in silenzio.

L'espansione economica della Cina rallenta sui minimi dalla crisi finanziaria. Numerose imprese statunitensi hanno anticipato gli ordini per il resto dell'anno al fine di minimizzare eventuali costi tariffari aggiuntivi.

Ma nel quarto trimestre la situazione potrebbe cambiare.

Share