Salvini contro l'Ue: "Noi non siamo fantocci, non possono ricattarci"

Share

"Questo regime sanzionatorio non ha alcun senso" e non ha conseguenze positive. Secondo uno studio della Coldiretti le sanzioni sono costate ai nostri produttori e agricoltori 1 miliardo di euro, "un'enormità, una follia, un'assurdità" tuona Salvini. "Non è normale essere qua questo mercoledì pomeriggio, sarebbe normale se io fossi al mio ministero e voi foste in azienda" aveva detto poco prima rivolgendosi agli imprenditori. "Lo sanno anche loro".

Le sanzioni economiche Ue contro la Federazione russa sono in vigore da luglio 2014, a seguito dell'annessione della Crimea da parte di Mosca, e sono state da allora confermate per sei volte su base semestrale dal Consiglio.

Salvini non vuole cancellare l'Europa, ma questa Europa.

"Sono sempre più convinto che le lobbies finanziarie a Bruxelles non possono accettare la nostra presenza al governo: questa reazione non mi sorprende, per anni hanno manipolato fantocci mentre adesso sono costretti ad avere a che fare con due movimenti politici verso i quali non possono fare ricatti poiché non devono niente a nessuno, se non difendere gli interessi del loro popolo" - spiega il ministro dell'Interno.

Vitalizi: il Senato approva la delibera sui tagli, esulta il M5S
Si tratta, comunque, di una platea di ex parlamentari che hanno un'età avanzata (sarebbero oltre 140 gli ultra ottantenni). Questo privilegio non esistera' piu' per nessuno . "Evviva!", ha commentato su Instagram il vicepremier Luigi Di Maio .

Dopo essersi preso il governo italiano, il ministro dell'interno Matteo Salvini potrebbe prendersi anche quello europeo.

"Le prossime elezioni europee saranno l'inizio di cambiamenti epocali per il futuro dell'Europa".

Intanto, ci sono 60 milioni d'italiani che aspettano risposte, "quindi da Bruxelles conto che usino il buonsenso" chiosa Salvini, che sottoscrive l'invito del presidente Draghi. Sulla manovra economica, "se ce la bocciano non so cosa giocarci. Non vedo l'ora che arrivi maggio per mettere al centro il diritto al lavoro, alla vita e alla sicurezza".

Share