Turchia: Khashoggi forse ucciso e smembrato nel Consolato saudita

Share

Le registrazioni si aggiungono ai video del giornalista che entra nel consolato e di un team della sicurezza saudita che arriva all'aeroporto di Istanbul e proverebbero senza ombra di dubbio che sarebbero stati i sauditi ad arrestarlo nel consolato, poco dopo il suo ingresso nell'edificio il 2 ottobre, ad interrogarlo, ucciderlo e farlo a pezzi.

Capo ufficio stampa e consigliere della famiglia reale, nel 2017 il governo gli intima di smettere di scrivere e usare i social network, il giornalista decide così di lasciare l'Arabia Saudita e trasferirsi a Washington, dove scriveva del suo paese dalle colonne del Washington Post. Nelle immagini si vede Khashoggi entrare nella sede diplomatica saudita alle 13.14, un'ora dopo l'arrivo di alcune macchine nere.

Khashoggi, ci sarebbero prove video della sua uccisione. E ora, scrive la Bbc, nel caso in cui dovesse arrivare la conferma che è stato ucciso, Usa e Gran Bretagna starebbero anche preparando un comunicato congiunto in cui esprimono una forte condanna. "Ma dall'altra parte ci sono circostanze molto imprevedibili in Venezuela e, naturalmente, con le sanzioni iraniane, ha osservato Dudley, commentando le attuali forze di mercato che guidano i prezzi del petrolio".

Per quanto riguarda gli USA, il senatore Chris Murphy ha dichiarato che se le Autorità saudite fossero realmente implicate nell'accaduto, forse sarebbe tempo per gli Stati Uniti "di ripensare alle relazioni politiche, militari ed economiche con il Regno". Al mondo finanziario statunitense non sono, poi, poi piaciute le parole pronunciate di recente dal principe Salman, che, in un'intervista a Bloomberg, ha di fatto rinviato la quotazione del colosso energetico saudita, Saudi Aramco, al 2021, mentre gli appetiti di Wall Street, su un'operazione che vale 2 mila miliardi di dollari, si erano fatti sempre più insistenti.

Spread Btp/bund risale a 300 punti
Male anche il comparto del risparmio gestito , che soffre dopo i dati sulla raccolta e in un mercato che da' poche soddisfazioni. Ci si interroga su quali potrebbero essere le conseguenze nel caso dovesse toccare vette più alte.

Per non dire infine delle palesi violazioni dei diritti umani, gli arresti di intellettuali, religiosi, professionisti accusati di intelligenza con il Qatar.

Insomma con il suo atteggiamento acritico e, a volte, con la sua ostentata simpatia, Trump ha permesso a Mbs di credere che poteva fare quello che voleva.

Il caso sta mettendo in seria difficoltà l'amministrazione Trump, stretta alleata dell'Arabia Saudita. Mercoledì ha invitato la fidanzata del giornalista scomparso alla Casa Bianca e ha ordinato agli uomini più vicini al dossier saudita, Kushner e Pompeo, di chiamare il principe al telefono.

Share