Nuove sigle dei carburanti, come cambiano i nomi di Verde e gasolio

Share

L'obiettivo è quello aiutare gli utenti nella scelta del carburante; in questo modo l'automobilista, per non incorrere in errore, sarà sufficiente controllare la sigla del combustibile del proprio veicolo associandola immediatamente con quella dell'impianto di distribuzione. In pratica viene recepita una Direttiva Europea che ha la finalità di introdurre uniformità delle sigle dei carburanti. Le nuove etichette saranno usate nei 28 paesi dell'Unione Europea, nei paesi dello Spazio economico europeo - Islanda, Lichtenstein e Norvegia - e in Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia. Del gasolio sarà indicata la percentuale di biodiesel presente, sulle etichette sarà quindi presente una lettera B e un numero: B7, per esempio, sarà la sigla per indicare il gasolio più comunemente venduto e usato per le auto, ma in commercio troverete anche il B10 o il B30 e il B100 (più rari e che richiedono motori adattati).

In ogni stazione di servizio, sia sul distributore che sulla pompa per l'erogazione, ci saranno le dovute indicazioni. "Accanto ai tradizionali 'super', 'diesel', gpl o altri, sono previste nuove etichette". O Diesel col biodiesel al 20%. Nel senso che bisogna proprio impegnarsi (forma diversa delle pistole, colori, tappi di sicurezza, ecc.) per mettere il gasolio nel serbatoio di un'auto a benzina o vicersa.

E' vero, già adesso il sistema di rifornimento delle auto è a prova di scimmia.

Alluvione a Maiorca: 5 morti
Lo riferiscono i servizi di emergenza, aggiungendo che sono ancora 7 le persone che mancano all'appello. Per oggi è prevista ancora pioggia in tutta la parte orientale della Penisola iberica.

Le etichette saranno apposte su una serie di veicoli che elenchiamo di seguito: ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli; autovetture; veicoli commerciali leggeri (furgoni); veicoli commerciali pesanti (camion); autobus.

12 ottobre 2018 Carburanti, rivoluzione ai distributori: le nuove etichette per riconoscere benzina, diesel e gas Una vera e propria rivoluzione ai distributori di carburante di tutta Italia. La sagoma dei carburanti gassosi, invece, è a forma di rombo. Sulle etichette dei combustibili gassosi, quelle di forma romboidale, sarà indicato H2 per l'idrogeno, CNG per il metano ("gas naturale compresso") e LPG per il GPL (il "gas di petrolio liquefatto").

Share