Formula 1, highlights del GP del Giappone e classifiche

Share

Non si possono commettere tanti errori in un solo campionato mondiale di F1. Con un dominio assoluto per tutto il week end.

"Sebastian rimane dell'idea che il suo attacco alla curva Spoon non fosse spregiudicato e rimanda al mittente chi (come noi) ha ritenuto che il tentativo di sorpasso fosse improvvido, tanto più che Verstappen era stato penalizzato di 5" per il contatto con Kimi... Alla sufficienza ci arriva per un semplice motivo, l'auto che Verstappen gli danneggia al primo giro e che limita le sue aspettative, probabilmente sarebbe finito davanti a Ricciardo senza quel problema, ma siamo sicuri che Max in 53 giri non avrebbe trovato il modo di passarlo lo stesso?

Ma diamo i voti ai protagonisti di Suzuka.

Ad Austin, in Texas, Lewis potrà già festeggiare.

Lory Del Santo racconta come ha scoperto della morte del figlio Loren
Una ragione c'è e - probabilmente ironizzando un po' - l'ha spiegata al Grande Fratello VIP 3. Non parlavo con nessuno, mi sono esclusa dal mondo.

VALTTERI BOTTAS - 9: grazie a Vettel e alla Ferrari è riuscito a fare la sua gara, senza dover fare da scudiero al suo compagno di squadra.

Hamilton adora il circuito texano. In rimonta dalle retrovie riuscirà soltanto a centrare un sesto posto. Ma sarà anche un'occasione per vedere se Bottas riuscirà a limare il proprio divario nei confronti di Vettel, per tentare quanto meno di mettere pressione al pilota del Cavallino in vista delle ultime gare. Un avvio sprint che porta però il tedesco a commettere l'ennesimo errore di valutazione dopo la safety car al 4/o giro per il contatto Leclerc-Magnussen che aveva lasciato detriti sulla pista e soprattutto portato il ferrarista molto vicino a Verstappen. Per il resto altro podio meritatissimo.

Mercedes 538, Ferrari 460, Red Bull 319, Renault 92, Haas 84, McLaren 58, Racing Point Force India 43, Toro Rosso 30, Sauber 27, Williams 7. Spesso più veloce della Mercedes, a Singapore la W09 ha cambiato registro al copione: il divario sulla Rossa si è ampliato e l'attuale fotografia nel mondiale Piloti e Costruttori ne è la plastica rappresentazione. Ora c'è da sistemare un sedile per il 2019.

Altrimenti si sta realizzando un panorama che rende la situazione non spiacevole ma addirittura ridicola. Con l'attenuante della monoposto danneggiata a causa del contatto con Verstappen. Già nel 2015 ha conquistato qui il suo terzo Mondiale in Formula 1 e detiene il record di vittorie, ben 5. Attaccare Verstappen si poteva e si doveva. "Ma tutto può cambiare da una settimana all'altra". Il successo, il quarto di fila, mai in discussione di Hamilton e la contemporanea domenica da cancellare di Vettel hanno aumentato il divario tra i due contendenti a un livello ormai incolmabile.

Share