La risposta sobria di Juncker a Salvini: "Spero non debba raccogliere macerie"

Share

Nuovo giorno di botta e risposta tra Roma e Bruxelles.

Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha messo in guardia dal rischio di un conflitto nei Balcani se l'Ue dovesse lasciar spegnere le aspirazioni europee di integrazione dei Paesi della regione. "Il governo dovrà sottoporre il proprio bilancio alla Commissione entro il 15 ottobre". Ma allo stesso tempo non spetta alla Commissione entrare nelle misure inserite nella Manovra.

È morto l'attore Gilberto Idonea: aveva 72 anni
Ha avuto un passato davanti alle cineprese: il suo debutto cinematografico è avvenuto nel 1978 nel film " Turi e i paladini ". Tuttavia, la popolarità è arrivata proprio con la televisione e con le fiction " La Piovra " e " L'Onore e il Rispetto ".

Juncker ha affermato di avere "comprensione" per gli euroscettici: "ci sono molte persone che non sono di principio contro l'Europa, ha spiegato, ma hanno delle legittime domande all'Europa". "Il fatto che sia lui che Di Maio si esprimano in modo sboccato fa capire tante cose". Queste cose non le prendo neanche in considerazione.

A margine della conferenza stampa svoltasi a Napoli sul tema legato al contrasto alla criminalità organizzata, il Ministro degli Interni, Matteo Salvini, interrogato da una giornalista in zona mista, ha duramente attaccato il commissario europeo Junker rincarando la dose delle dichiarazioni appena rilasciate ai microfoni dei cronisti. "Non possiamo scegliere i parenti, gli amici invece sì". Un braccio di ferro che potrebbe non avere fine.

Share