F1, Ricciardo: "Il quarto posto a Suzuka è come una vittoria"

Share

La sfida con Hamilton lo "diverte "ma soprattutto Vettel ribadisce che "tutto può succedere".

Lewis Hamilton vince anche il Gran Premio del Giappone precedendo Valtteri Bottas e Max Verstappen, Sebastian Vettel chiude in sesta posizione a causa di un incidente nelle fasi iniziali della corsa.

Ciclismo, Campionati italiani a cronometro: vincono Moscon e Cecchini
La tre volte campionessa italiana su strada in linea, friulana classe 1992, ha conquistato il suo primo titolo tricolore a cronometro della carriera, confermando il buon periodo di forma.

Partenza lampo per Lewis Hamilton, dietro di lui mantenevano la posizione Bottas, Verstappen, Raikkonen, Grosjean, che però al primo giro veniva sorpassato all'esterno da Vettel, poi Raikkonen attaccava Verstappen che andava largo alla chicane ma l'olandese si difendeva in modo estremo e mandava fuori pista il finlandese della Rossa, così Vettel ne approfittava e passava il compagno di squadra: in un solo giro il tedesco si ritrovava al quarto posto. Su una pista del genere ciò è ancor più significativo e, a giudicare da alcuni errori che Bottas ha commesso nel finale, sembra stesse spingendo forte. Ma il tedesco della Ferrari ha una spiegazione: intanto è stata una scelta presa "insieme col team". Suzuka è la mia pista preferita, le sensazioni che ho qui, i cambi di direzione, sono emozionanti. Vettel non raccoglie la provocazione sugli ordini di scuderia Mercedes a Sochi: "Se poteva succedere anche con noi a Monza?" Da Suzuka, il team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene, chiarisce la sua posizione all'interno del Consiglio di Amministrazione della Juventus: "Già c'ero e mi fa piacere restare". Speriamo di fare una sessione di prove pulita; molto dipenderà dalle condizioni meteo e da quanto potremo girare. A Suzuka, il manifesto conclusivo del mondiale 2018, con le Frecce d'Argento costantemente più veloci e le Rosse ad arrancare in mezzo al gruppo, senza nemmeno più la sicurezza di essere seconda forza del campionato.

La Ferrari, dal canto suo, sa di avere una sola freccia al proprio arco, dato che Kimi Raikkonen appare leggermente sottotono da quando è stato annunciato il suo addio. Di certo non sarà facile, aspetteremo e vedremo quello che accadrà. In caso di qualifiche bagnate, ovviamente, tutto potrebbe essere rimesso in bilico ma, per gli avversari di Hamilton c'è una brutta notizia. "Faremo del nostro meglio e cercheremo di combattere sia in qualifica che in gara", conclude Raikkonen.

Share