Ciclista professionista muore a 23 anni stroncato da un infarto

Share

Ancora un lutto nel mondo del ciclismo: è morto all'età di soli 23 anni il corridore belga Jimmy Duquennoy.

"Jimmy è morto inaspettatamente venerdì sera a casa sua". Lo ha comunicato il suo stesso team, sotto choc per l'accaduto. La morte sarebbe stata provocata da un arresto cardiaco, a comunicare la triste notizia è stata la sua stessa squadra tramite un comunicato: "Abbiamo appreso stamane la terribile notizia della morte di Jimmy Duquennoy. Era il ragazzo più gioviale, più gentile, più aperto". Ha cominciato a correre con la Color-Code-Aquality Protect prima di realizzare il suo sogno e diventare un corridore professionista nel 2016. Siamo vicini alla famiglia e ai parenti di Jimmy.

Italia: Ue boccia il Def, seria preoccupazione sul deficit
Una soglia distante dall'area 1,9-2% su cui il ministro dell'Economia confidava di incardinare la prossima legge di Bilancio. Ora si attende il verdetto europeo.

Una tragedia ci cui non si trova una spiegazione. In questa stagione si era posizionato decimo nella Dwars door West-Vlaanderen e nella prima tappa del Giro di Croazia mentre era stato vittima di una dura caduta nella Parigi-Roubaix, dove era al debutto. Duquennoy aveva gareggiato mercoledì scorso anche se la sua prestazione nel Sparkassen Münsterland Giro non era stata delle migliori e aveva scelto di ritirarsi.

Share