MotoGP, Rossi: "In Thailandia per puntare al podio"

Share

Il forlivese è così pronto a prendere confidenza con la pista di Buriram che, per la prima volta nella storia, ospiterà il Gran Premio della Thailandia del Motomondiale. Vediamo come evolve la situazione perché la botta è stata dura. Il maiorchino ha perso il controllo della propria motocicletta alla curva tre, scivolando poi sull'asfalto e uscendo in barella.

"Nessuna frattura, in questo momento Lorenzo è giudicato 'fit' (idoneo a correre la gara) dalla Direzione Gara".

Sta arrivando il rimborso Vodafone per problemi del 3 ottobre: SMS dedicati
La proposta è arrivata tramite SMS a numerosi utenti che hanno abbandonato Vodafone ed effettuato la portabilità ad altri gestori.

Dopo Jack Miller, Franco Morbidelli, dodicesimo; Alex Rins non ha mostrato la velocità del compagno di team Iannone, Lorenzo ha fermato il cronometro con il sedicesimo tempo prima della brutta caduta che lo ha messo ko, la scivolata di Aleix Espargarò ha fermato il catalano Aprilia al diciassettesimo posto. La moto è andata distrutto e il commissario di gara ha sospeso la sessione estraendo la bandiera rossa.

Jorge Lorenzo, reduce dall'infortunio ad Aragon, ci ha provato e ha chiuso, non senza difficoltà, con il diciassettesimo tempo. Abbiamo fatto un test pre stagionale lì a febbraio; Buriram non è uno dei miei circuiti preferiti, ma sarà un altro weekend importante per migliorare la nostra moto e una buona opportunità per incontrare i fan asiatici, che sono molto appassionati di MotoGP - sono state le sue parole sul sito ufficiale della propria scuderia -. Continuo a pensare che se non sono al 100% è comunque per via della manovra imprudente di Marquez. Per la cronaca, il centauro spagnolo aveva visibilmente faticato nella prima sessione di prove libere, risultando alla fine essere il 17esimo del gruppo, ben lontano dalla vetta, con un distacco dal primo (Vinales), di un secondo e 301 millesimi.

Share