Di Maio: Def domani alle Camere. Non arretriamo di un millimetro

Share

E ribadisce: deficit/Pil a 2,4%,"non arretriamo di un centimetro". "Stiamo mettendo a punto il Def e lo presenteremo domani alle Camere".

Lo ha affermato il vicepremier e ministro, Luigi Di Maio. "Noi lo abbiamo approvato entro il 27 settembre - ha aggiunto - per quanti anni i governi hanno sforato questa data?". Qualcuno sta sperando che su questa manovra il Governo italiano stia tornando indietro.

Ecco perchè Lory Del Santo non ha partecipato al funerale del figlio
Walter Nudo consiglia al ragazzo di trovare le ragioni profonde di questa sofferenza nella sua infanzia, nella sua famiglia. Interrogata da Ilary Blasi , la showgirl italo-persiana ha sostenuto che, al momento, tra loro c'è una semplice amicizia.

Luigi Di Maio ha chiarito l'intenzione del Governo di non arretrare dopo l'approvazione della nota di aggiornamento del Def: "Se ce ne sarà bisogno noi spiegheremo questa manovra nelle piazze", ha detto il vicepremier intervenendo a "Non stop new", trasmissione in onda su Rtl 102.5. " ha dichiarato in un'intervista".

"Le parole e le minacce di Juncker e di altri burocrati europei continuano a far salire lo spread, con l'obiettivo di attaccare il Governo e l'economia italiana?" Siamo i primi a volerli incontrare se vogliono parlare della manovra, stiamo anche tre giorni chiusi dentro a spiegare ma diritti e conti in ordine possono stare nella stessa manovra. L'agenzia riporta una dichiarazione di Borghi a Radio Anch'io: "sono più che convinto che l'Italia, con una sua moneta, sarebbe in grado di risolvere i suoi problemi".

Share