Rossi, caso doping: nessuna squalifica per Pepito, solo una nota di biasimo

Share

Nessuna squalifica per Giuseppe Rossi ma solo una nota di biasimo. Che vuol dire: "stia più attento la prossima volta".

L'ex attaccante del Genoa era stato accusato di aver assunto una sostanza dopante, dorzolamide, rinvenuta ai controlli nel post partita dello scorso Benevento-Genoa di maggio. Non ci spieghiamo come quella sostanza sia finita nei suoi alimenti.

"Giustizia è fatta, la buona fede di Giuseppe è stata capita". Adesso voglio pensare solo al calcio e continuare a fare quello che amo piu' di ogni altra cosa!

Francia, morto a 94 anni il cantante Charles Aznavour
Nel dopoguerra, grazie a Edith Piaf che lo portò in tournee in Francia e negli Stati Uniti, si mette in luce come cantautore. Quattro figli, nonno felice , viveva a Saint-Sulpice, sulle rive del Lago Lemano, con la moglie Ulla che sposò 47 anni fa.

Lo stesso Rossi ha immediatamente chiarito la sua posizione, dichiarando di essere sempre stato pulito. La sostanza contestata è il dorzolamide, un inibitore dell'anidrasi carbonica. "La positività è fondata su un'involontaria contaminazione alimentazione".

Sospiro di sollievo per Pepito, che non sarà squalificato. Eppure Pepito ha tenuto una linea di coerenza negandone l'utilizzo. Giuseppe Rossi è ancora svincolato dopo la fine della sua avventura al Genoa, potrà quindi trovare una nuova squadra da cui ripartire.

Share