Migranti, Conte incontra Kurz: "Accordo Ue per evitare il caso Diciotti"

Share

Come c'era da aspettarsi, l'incontro di oggi a Roma tra il premier austriaco Sebastian Kurz e Giuseppe Conte non ha portato ad alcuna intesa sul fronte dei migranti, al di là di poche dichiarazioni generiche.

Quanto alla vicenda del doppio passaporto, il cancelliere ha assicurato che l'Italia non ha motivo di agitarsi: molti sudtirolesi desiderano il doppio passaporto che è anche previsto dal programma di governo. Ma ha sottolineato: "Abbiamo sempre chiarito che agiremo in accordo con Roma".

Zes, Di Maio: Questa settimana parte la zona economica speciale in Campania
Secondo il ministro Di Maio la ZES rappresenta 'un primo passo per il riscatto del Sud' in quanto per i campani sarà possibile andare ad accedere a delle buone occasioni di lavoro.

L'unico punto su cui Conte e Kurz di sicuro sembrano su posizioni diverse resta la questione dei doppi passaporti che l'Austria intende dare ai cittadini altoatesini di lingua tedesca e ladina. Un asse per cambiare la linea nell'Unione Europea: "Se non vogliamo un altro caso Diciotti - dice Conte - abbiamo bisogno di una risposta europea: ho rappresentato la premura del mio Paese che si facciano maggiori investimenti nel Nord Africa".

"L'Austria è molto contenta che l'Italia sia riuscita a bloccare e ridurre notevolmente i flussi migratori, con un -80%" di sbarchi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, "è positivo non solo per l'Italia ma anche per l'Austria e per l'Ue nel suo complesso". A quel vertice, ha ricordato il cancelliere "si è parlato di rafforzare i confini esterni, di collaborare con i paesi africani, di rovinare il modello di business dei trafficanti" e al vertice informale di a Salisburgo si vuole andare in questa direzione, anche se non si prenderanno decisioni, ha detto Kurz. Tra gli obiettivi: "Migliorare il mandato di Frontex e se raggiungiamo l'unanimità rafforzarlo". E più tardi, durante la conferenza stampa congiunta, ha definito il tema "una sfida, impegnativa".

Share