Migranti: lunedì via a rimpatri tunisini sbarcati a Lampedusa

Share

Invece hanno beffato tutti i controlli e sono arrivati nella notte scorsa: sono probabilmente partiti dalla Tunisia ma ancora si hanno pochissime indicazioni in merito alla loro provenienza specifica e se soprattutto il Governo di Malta (Paese più vicino alla Tunisia) abbia come in passato chiuso i porti per "dirottare" le imbarcazioni verso l'Italia e la Grecia.

Ciro l'Immortale protagonista di un film spin-off della serie Gomorra
L'attore ha diretto alcuni episodi della serie, un'utile palestra per un progetto ben più ambizioso che è stato appena annunciato. Al centro ci sarà anche il terremoto del 1980 cui è sopravvissuto e che aiutò la camorra a rinascere in Campania".

Stanotte - utilizzando sette barchini - sono approdati, a Lampedusa, 184 immigrati tunisini. Fonti del Viminale, oltre a dare la notizia, accusano anche Malta: "Per l'ennesima volta ha scaricato il problema sull'Italia", è in questo caso la protesta del ministero dell'Interno nei confronti di La Valletta. E poi si è lasciato andare ad un bilancio: "Ho dimostrato che quello che dico lo faccio". Senza escludere, prosegue il ministro dell'Interno, il ricorso a "soluzioni innovative e efficaci" per gestire questi arrivi. Queste non sono navi in difficoltà, questo è evidentemente TRAFFICO di esseri umani. Lo stesso Matteo Salvini, che nel frattempo si trova a Vienna per una conferenza con i suoi omologhi europei proprio sui temi della sicurezza e dell'immigrazione, ha confermato su Twitter di aver "contattato le autorità maltesi perché facciano il loro dovere, in caso contrario farò tutto il possibile perché i clandestini non sbarchino in Italia". "Porti chiusi", assicura quindi Salvini.

Share