Florence, l'uragano che sta terrorizzando gli americani

Share

Le scuole sono state chiuse martedì in 26 dei 46 distretti della Carolina del Sud.

Era da 60 anni che la East Coast degli Stati Uniti non si vedeva costretta a fare i conti con un uragano dell'intensità di Florence, lo spauracchio che a breve si abbatterà con violenza inaudita sugli Usa.

Uragano Florence visto da AEREO. Proprio per questo Trump ha dichiarato che l'amministrazione americana non bada a spese, e sta prendendo tutte le precauzioni possibili, in quanto la sicurezza degli americani è adesso la priorità. Come riportato da Il Post, secondo il Centro Nazionale Uragani degli Stati Uniti, Florence dovrebbe raggiungere la terraferma nella giornata di giovedì 13 settembre. I primi assaggi della tempesta già stanno sferzando il North e il South Carolina, lambite dalle bande più esterne di Florence, il cui occhio si trova a circa 325 km da Wilmington, NC. Il governatore delle North Carolina, Roy Cooper, ha ammonito che restare sarebbe un grande errore e che "questo è un uragano storico, di quelli che forse si vedrà una volta sola nella vita". Più che i venti, le autorità temono le inondazioni causate dalle precipitazioni che accompagnano il fenomeno.

Onu: "Manderemo una squadra in Italia per gli episodi di razzismo"
Come ha detto con puntualità il ministro degli Esteri Moavero , ha signora ha usato parole inappropriate, infondate e ingiuste. L'Onu invia gli ispettori in Italia a investigare sul presunto "allarme razzismo" .

La costa est degli Stati Uniti si prepara all'arrivo dell'uragano Florence, che potrebbe colpire nei prossimi giorni.

Questa decisione segue quelle degli stati della Carolina del Nord e della Carolina del Sud, Virginia e Maryland. Poi la chiosa:"Ricordate che siamo qui per voi". Si muove verso nordovest alla velocità di 25km/h accompagnato da venti con raffiche fino a 210km/h ed è appena stato declassato molto rapidamente dalla categoria 4 alla 2. South Carolina, North Carolina e Virginia hanno emesso ordini di evacuazione per circa un milione di persone, che avranno tempo fino alle ore 12:00 locali, le 18:00 di oggi in Italia, per appunto lasciare le proprie abitazioni e trovare riparo altrove.

Share