Onu: "In Italia violenza e razzismo, faremo controlli"

Share

"Intendiamo inoltre inviare personale in Italia, per valutare il rilevante aumento segnalato di atti di violenza e razzismo contro migranti, individui di origine africana e rom".

L'Onu è pronta a inviare personale in Italia contro l'ondata di violenza e razzismo che è stata segnalata "contro migranti, persone di discendenza africana e rom".

Lo ha reso noto lunedì 10 settembre 2018 Michelle Bachelet, neo Alto commissario Onu per i diritti umani, aprendo i lavori del Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani a Ginevra, in Svizzera. "Dare priorità al ritorno dei migranti dall'Europa, senza assicurare che gli obblighi internazionali in materia di diritti umani siano assicurati, non può essere considerata una risposta di protezione", aggiunge. "Anche se il numero dei migranti che attraversano il Mediterraneo è diminuito - ha continuato - il tasso di mortalità per coloro che compiono la traversata è risultato nei primi sei mesi dell'anno ancora più elevato rispetto al passato".

Mancini difende Balotelli: "Sacchi grande allenatore, ma è stato troppo duro"
Ma quando mancano le idee prendi invece giocatori che pensi inconsciamente possano colmare quello che non sei sicuro di avere". Mario Balotelli è stato il più pizzicato dopo l'opaco pareggio della Nazionale contro la Polonia al Dallara.

Ma l'affondo all'Italia della 'pasionaria' dei diritti umani in America Latina non è finito qui. "Da anni - si legge nella nota - l'Italia è impegnata in operazioni di soccorso e salvataggio di persone nel Mar Mediterraneo, cui hanno fatto e fanno seguito onerose e complesse politiche di prima accoglienza nel territorio nazionale". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, arrivando alla Fondazione Don Gino Rigoldi di Milano, dopo l'allarme Onu di sull'Italia. Questo tipo di atteggiamento politico e di altri sviluppi recenti hanno conseguenze devastanti per molte persone già vulnerabili. "Ragioneremo con gli alleati sull'utilità di continuare a dare 100 milioni di euro per finanziare sprechi, mangerie, ruberie per un organismo che vorrebbe venire a dare lezioni agli italiani e poi ha Paesi che praticano tortura e pena di morte", aveva detto il vicepremier minacciando di tagliare i fondi all'Onu.

In cauda venenum, la stoccata finale: "Prima di fare verifiche sull'Italia, l'Onu indaghi sui propri stati membri che ignorano diritti elementari come la libertà e la parità tra uomo e donna". Come nuovo alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Bachelet ha criticato l'erezione dei muri di confine, la separazione delle famiglie di immigrati e l'incitamento dell'odio contro i migranti: "Queste politiche non offrono soluzioni a lungo termine a nessuno, solo più ostilità, miseria, sofferenza e caos".

Share