Migranti, l'ultimo atto di Juncker: una polizia di frontiera Ue

Share

Questo il piano della Commissione europea secondo quanto rivela El Pais, che dovrebbe essere annunciato nel discorso che il presidente Jean-Claude Juncker terrà mercoledì 12 settembre a Strasburgo.

L'esecutivo europeo intenderebbe così trasformare il controllo dell'immigrazione irregolare in una competenza comunitaria dopo che l'ultima crisi migratoria, scatenata dal rifiuto dell'Italia di consentire lo sbarco di migranti, ha dimostrato che la gestione nazionale dei flussi deve essere trasferita a una gestione centralizzata. Ora, in vista del vertice dei Capi di Stato e di governo a Salisburgo, e a qualche mese dalle elezioni europee di maggio 2019, Bruxelles vuole cercare di dimostrare ai cittadini europei che il continente non resta fermo in balia dei flussi migratori incontrollati.

Ferrari, Charles Leclerc potrebbe sostituire Raikkonen nel 2019
Nella giornata di giovedi è atteso un annuncio importante, che potrebbe sancire il definitivo addio di Raikkonen , e l'approdo in rosso del giovane francese.

Nello specifico, il progetto prevede la creazione di una vera e propria Guardia europea delle coste e dei confini, con capacità di sorveglianza sul territorio europeo, ma anche con la possibilità di intervento in Paesi terzi e con poteri di partecipazione a operazioni di rimpatrio dei migranti irregolari. Da diversi anni si era presa in considerazione tale proposta, che però non era andata mai oltre la carta, in particolare per la riluttanza da parte di diversi Paesi, timorosi di una cessione di sovranità, spiega El Pais. Un mese dopo a Vienna, in occasione dell'avvio della presidenza di turno austriaca del Consiglio dell'Ue, Juncker aveva annunciato per settembre la proposta legislativa della Commissione Ue per dotare Frontex di 10mila unità aggiuntive entro il 2027, rendendolo più forte."Servono azioni immediate".

L'Assemblea politica del Ppe, che si è riunita a Bruxelles per preparare l'imminente congresso di Helsinki, ha aperto il processo di nomina ufficiale per i candidati del gruppo per il presidente della Commissione europea. Juncker proporrà allo stesso tempo un miglioramento dei canali di emigrazione legale, al fine di facilitare l'ingresso in Europa attraverso canali prevedibili e controllati. Nessun commento da fonti della Commissione europea interpellate a riguardo.

Share