Chiusura domenicale, Luigi Di Maio: "Meccanismo di turnazione: 25% negozi aperti"

Share

"Sarebbe una scelta di qualità di vita, che finalmente si rimette a tema", commenta monsignor Pietro Fragnelli responsabile della Cei aggiungendo che "era sicuramente un argomento da riaprire, non solo per la comunità cattolica ma per l'intera società civile. Ora quei 400 mila saranno felici di non lavorare, i 50 mila non so se lo saranno". Per il Codacons per esempio "determinerà la morte di migliaia di piccoli esercizi, con effetti negativi sul pil e sull'occupazione e un sensibile spostamento degli acquisti verso l'e-commerce. Dodici milioni di italiani fanno acquisti la domenica, e i giorni festivi rappresentano per loro l'unica occasione per dedicarsi allo shopping e alle compere - spiega il presidente dell'associazione dei consumatori Carlo Rienzi - privarli di tale possibilità attraverso misure che bloccano le aperture domenicali, equivale a dirottare gli acquisti dei consumatori verso l'e-commerce che, a differenza dei negozi tradizionali, non subisce alcun vincolo o limitazione".

Coro di critiche anche da parte dei partiti di opposizione, con Forza Italia e Pd uniti anche in questo caso. Di Maio ha detto che la nuova legge prevederà un sistema di "turnazioni" per regolare l'apertura dei negozi e ha detto che comunque saranno superate le liberalizzazioni introdotte nel 2011 dal governo Monti, dicendo che stanno "distruggendo le famiglie italiane". Sulla stessa lunghezza d'onda Andrea Mazziotti, deputato di +Europa, che chiede però ai Dem un gesto di coerenza: "Pienamente d'accordo Matteo Renzi ma il Pd inizi a ritirare la proposta presentata in commissione alla Camera, che impone anche quella dei giorni di chiusura". Il vicepremier Luigi Di Maio intende infatti ridefinire gli orari di lavoro con una la legge sulla regolamentazione degli orari di apertura e chiusura di negozi e attività commerciali che dovrebbe essere approvata entro la fine del 2018. Meno di quelle di Lega e M5S. "Perché poliziotti, carabinieri, infermieri e medici, giornalisti, guardie giurate, operatori ecologici, chi lavora nei cinema, in albergo, in un ristorante può fare turni festivi e chi lavora in un negozio e in un supermarket no?"

"Ci sarà sempre un posto dove andare a fare la spesa".

Ride si mostra con un nuovissimo poster e un filmato su Clara
Io mi sono divertito tantissimo e trovo che sia un film nuovo e diverso da quello che abbiamo visto fino ad ora". Un film fuori dagli schemi e meravigliosamente critico, come lo ha definito il regista Jacopo Rondinelli .

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Accanto alla proposta leghista, in Commissione ce n'è anche una dei colleghi di governo pentastellati.

Share