Starbucks, caffè troppo caro: la protesta dell'Unione consumatori

Share

Ricorda la magica fabbrica del cioccolato dell'omonimo film il primo mega store di Starbucks in Italia, la Reserve Roastery, che apre al pubblico venerdì mattina alle 9 a Milano. Ora il gigante americano debutta in Italia con la caffetteria piu grande d'Europa, 2.300 metri quadrati nello storico Palazzo delle Poste, vicino al Duomo. L'assenza di Starbucks indicava una duplice anomalia: da un lato in Italia non era presente la più grande catena del mondo di caffè, dall'altro la più grande catena del mondo di caffè non è italiana. Per il momento Starbucks, che gestisce 29.000 caffetterie in tutto il mondo, ha aperto negozi di questo tipo solo a Seattle e Shanghai, e prossimamente lo farà a New York.

Il protagonista della Roastery è il caffè, che viene lavorato in ogni sua fase nel locale al cui centro campeggia una grande macchina tostatrice. "Secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili dell'osservatorio prezzi e tariffe del ministero dello sviluppo economico - ha sottolineato Dona - in media il caffè espresso a Milano costa 1 euro, 1,10 euro la quotazione massima".

Controlli dei Nas documenti vaccini
Di fatto, invece, la situazione rimane caotica con i NAS chiamati a smascherare genitori inadempienti che presentano false autocertificazione .

Nella zona Reserve Roastery i clienti potranno assaggiare i migliori caffè riserva della giornata e infine, nella parte alta, campeggia un bar dove si potrà bere un aperitivo ad un bancone realizzato in marmo di Carrara.

Entro fine anno altri 4 store a Milano - Entro la fine dell'anno Starbucks aprirà a Milano altri 4 store, oltre a quello di piazza Cordusio. La notizia del primo Starbucks in Italia ha avviato anche una polemica. "Milano è stata di ispirazione per noi - ha detto Brok - e quindi adesso ci concentriamo su questa città, poi valuteremo l'espansione a livello nazionale".

Share