Il Viminale: verso l’estensione del taser alla polizia locale

Share

Ad annunciarlo è stato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini.

Scrive Salvini: "Per troppo tempo le nostre Forze dell'Ordine sono state abbandonate, è nostro dovere garantire loro i migliori strumenti per poter DIFENDERE in modo adeguato il popolo italiano. Come la pratica di polizia ha dimostrato negli Stati Uniti, il taser non ha ridotto l'utilizzo delle armi da fuoco da parte delle forze dell'ordine ma è divenuto invece uno strumento alternativo principalmente alle manette, in particolare per immobilizzare persone in stato di agitazione e principalmente con disturbi psichiatrici". Il tiro è efficace dai 3 ai 7 metri, prima dell'uso, i Carabinieri sono tenuti a segnalarlo eventualmente mostrando quello che in gergo tecnico viene definito 'arc warning', un contatto elettrico.

L'esordio ufficiale in città è avvenuto poco dopo la mezzanotte di mercoledì, quando il primo capo pattuglia ha infilato nel cinturone il taser, volutamente di colore giallo per renderlo - anche ad occhio - diverso dalla pistola.

Asia Argento replica a Bennett e smette di pagare il "risarcimento"
Le dichiarazioni pongono fine a lunghe settimane di voci: la notizia era nell'aria da tempo, ma l'ufficialità era sempre mancata. E in pochi giorni abbiamo scelto insieme, con estremo rammarico, di evitare che questa vicenda impattasse sul programma.

Partirà da domani, 5 settembre, la sperimentazione dell'uso del Taser, la cosiddetta pistola elettrica, per le forze dell'ordine nazionali italiane: Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri e l'addestramento è stato fatto a Nettuno.Gli agenti che avranno l'arma in dotazione hanno dovuto seguire il corso di formazione, della durata di tre giorni, a cura di formatori qualificati e abilitati dall'azienda produttrice della pistola, modello X2 - svolti proprio presso il Centro nazionale di sperimentazione di Nettuno. Ufficialmente catalogata come arma propria, è un dispositivo classificato tra le armi da difesa meno che letali che fa uso dell'elettricità per paralizzare i movimenti del soggetto colpito facendone contrarre i muscoli. Il taser, che nella fase sperimentale sarà distribuito solo ad alcuni equipaggi a turno, verrà tenuto dagli operatori in una apposita fondina dalla parte opposta rispetto all'arma d'ordinanza. Va detto, infatti, che seppur considerata "arma di persuasione non letale", secondo l'Associazione Antigone che ha riportato i dati di un'indagine di Amnesty International e Reuters, dal 2000, anno di introduzione del Taser, sarebbero almeno 1.000 i morti a causa di questo tipo di pistola.

Il Taser è già in dotazione alle forze di polizia di circa 107 paesi tra cui Canada, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Kenya e in Europa in Finlandia, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Grecia e Regno Unito. Se il tentativo fallisce si spara il colpo, ma occorre "considerare per quanto possibile il contesto dell'intervento ed i rischi associati con la caduta della persona dopo che la stessa è stata attinta". Bisogna tener conto della "visibile condizione di vulnerabilità" del soggetto (ad esempio una donna incinta) e fare attenzione all'ambiente per il rischio di incendi, esplosioni, scosse elettriche.

Share