Papa Francesco: il presunto dossier di Viganò si commenta da solo

Share

Il suo stile e il suo rigore nel vagliare i contratti vaticani hanno infastidito anche alcuni leader, tra cui il segretario di Stato Tarcisio Bertone e un rapporto anonimo sul quotidiano "Il Giornale" affermava che aveva disegni anche sui servizi di sicurezza vaticani. Intanto Papa Francesco - che i collaboratori descrivono come amareggiato ma "sereno" e per nulla intenzionato a dare le dimissioni - ha tenuto stamani l'Udienza generale in piazza San Pietro, mostrandosi nell'atteggiamento cordiale e accogliente come sempre.

Il Papa invita a promuovere lo sport "come esercizio della pratica della virtù che aiuta la crescita integrale degli esseri umani nello sviluppo delle comunità".

Dopo aver finito di scrivere la lettera, Tosatti racconta di aver accompagnato l'arcivescovo Viganò alla porta, si è inchinato per baciare il suo anello e vedendo la mano ritirarsi disse, : "Non è per te, è per il ruolo che hai". E dopo la Pennsylvania, ora si indaga anche in diverse diocesi del Missouri (leggi qui). Un esempio di tali coperture, secondo Viganò che tira in ballo anche il papa e rifiuta di essere considerato il "corvo" del Vatileaks: vengono tirati in ballo i cardinali Julian Herranz, Jozef Tomko e Salvatore De Giorgi (questi, arcivescovo emerito di Taranto: foto home page, fonte it.wikipedia.org) componenti della commissione incaricata di indagare sul Vatileaks. "Fuori le prove", ha detto il cardinale Daniel DiNardo, arcivescovo di Galverston-Houston.

Juventus, Allegri tranquillizza Ronaldo: "Le gioie individuali arriveranno"
Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Rigoni L, Stulac, Grassi; Gervinho , Inglese, Di Gaudio. Ammoniti: Pjanic, Rigoni e Cuadrado per gioco scorretto, Bernardeschi per simulazione.

Alimentati da una esplosione di blog di destra in cui le polemiche sull'omosessualità nella Chiesa la fanno da padrone, i cattolici conservatori americani, in linea con la presidenza Donald Trump, sono tra i più feroci oppositori dell'agenda Bergoglio di cui contestano le politiche pro-migranti e sul cambiamento climatico. "Un'altra cosa è quando si manifesta dopo 20 anni o cose del genere", aveva detto Papa Bergoglio ai giornalisti, rispondendo a chi gli domanda che comportamento dovrebbe tenere un genitore che scoprisse di avere un figlio gay. Uno dei cardinali citati nella lettera, l'arcivescovo di Chicago, mons.

Così, in un editoriale che dà conto del viaggio del Pontefice in Irlanda, dal titolo 'Gli scandali e la guarigione', il direttore dell'Osservatore Romano, Giovanni Maria Vian, definisce il caso delle accuse rivolte da Viganò al Papa. "Io non dirò una parola su questo".

Share