Nave Diciotti, il comandante: "Gli ordini ci arrivano su Facebook"

Share

"Il ministro dell'interno viola palesemente la legge tenendo bloccata la nave italiana Diciotti e da Palazzo Chigi rimbomba un silenzio terrificante". Precisa che "fortunatamente non c'erano bambini a bordo, come invece ho visto scritto", perché i bambini sono stati evacuati nelle acque di Lampedusa e portati a terra. "Il MoVimento 5 Stelle si è presentato agli italiani con una missione ben precisa e non abbiamo alcuna intenzione di fare passi indietro". Di due occhi che ti sorridono? "La situazione è monitorata, quindi, e non desta al momento alcun tipo di preoccupazione".

Ma Salvini ed il governo, quantomai uniti su questo tema e pronti a denunciare ancora una volta le ipocrisie e le inadempeinze della Ue non ci stanno ed in queste ore hanno chiarito in maniera ferma che se continua il gioco a nascondino sulla questione Diciotti l'Italia è pronta a non versare più i venti miliardi l'anno destinati alla Ue quale contributo per la questione immigrazione.

Per queste ragioni, non è corretto dire che i migranti a bordo della nave Diciotti sono tutti irregolari. Ci ha detto ridendo, "speriamo mi facciano scendere prima e mi facciano vedere mia moglie partorire".

Si confidava nella riunione in programma oggi a Bruxelles per smuovere qualcosa nella vicenda della nave Diciotti. "Ma insomma. Che succede?"

MotoGP | British GP: Brembo ci guida attraverso la pista di Silverstone
Pian piano scendono in pista tutti i big, con Vinales che si porta momentaneamente in testa prima di essere scavalcato da Miller . Dall'anno successivo si è tornati ai box sul vecchio rettilineo di partenza preceduto dalla famosa curva di Woodcote.

Per i 150 rimasti dopo che 27 minori sono stati fatti scendere è il nono giorno a bordo dopo il salvataggio, il quinto dall'approdo a Catania di lunedì sera.

Il capitano Kothmeir è al comando della Diciotti dal 6 aprile, quando ha preso il timone dalle mani del Capitano di Fregata Gianluca D'Agostino. "Non si scappa". E poi: "Non posso intervenire nelle scelte operative dei ministri anche perché eventuali valutazioni penali sarebbero di competenza del Tribunale dei ministri".

E sul disegno che aveva condiviso sulla sua bacheca - che ritrae una nave piena di migranti sollevata dal mare da una mano - chiarisce: non era un gesto politico. Il suo comandante è un uomo schivo: sul suo profilo Facebook - che non è pubblico - spicca il disegno di due mani che reggono uno scafo pieno di persone. Restiamo vigili e in contatto con la guardia costiera. Fu tra gli uomini che coordinarono le ricerche dei dispersi nel crollo della torre di controllo dl porto d Genova, nel maggio del 2013. Fatto sta che la riforma di Dublino è ancora sulla carta. Non è più il tempo della critica fine a se stessa!

"Nei mesi scorsi - spiega Di Maio - abbiamo avuto modo di vedere come funzionava la linea morbida nei confronti dell'Unione europea", quella cioé portata avanti dal precedente governo a guida Pd e che, a suo parere, si è rivelata fallimentare e onerosa per la sola Italia. "Il 21 giugno scorso, a Terni, il neoministro dell'Interno affermava che "solo 7 su 100" tra i migranti hanno diritto all'asilo, e al contrario di quanti bivaccano colazione, pranzo e cena", quei 7 "hanno in casa mia casa loro". "Ci sarà - prosegue - parecchio di cui parlare".

Share