Diciotti, migranti a bordo stremati: "Quando ci fanno scendere?"

Share

Patronaggio ha raccontato: "Ho constatato che sono quasi tutti affetti da scabbia. E comunque, in base alle convenzioni internazionali e alla legge italiana, i 29 minori non accompagnati hanno il diritto di sbarcare", dice il procuratore Patronaggio. "Facciano pure, io non sono solo".

Un mare agitato da polemiche e veti incrociati, nel quale l'Unione europea stenta a trovare una soluzione per la ripartizione dei profughi e convoca per dopodomani una riunione tra 12 Paesi proprio per questo. Ce ne sarà qualcuno anche per l'equipaggio della nave Diciotti? A me hanno restituito una sensazione di totale comprensione. È l'appello del premier Giuseppe Conte che in un post su Facebook avverte: "Ancora una volta l'Italia sta mostrando il suo volto umanitario, ma il prezzo non può essere rimanere abbandonata a sé stessa".

Moody's rinvia rating Italia, giudizio dopo il Def
Lo scrive la stessa agenzia in una nota sulla valutazione di un' eventuale revisione al ribasso del rating italiano , attualmente a Baa2.

A Catania intanto si accende il fronte della protesta: alle 10 nel porto è in programma un presidio della Cgil Sicilia al quale parteciperanno delegazioni da tutta la Sicilia. Il leader della Lega ha replicato. Che già di prima mattina dichiarava che "le 177 persone devono poter sbarcare. Non possono essere più trattenute a bordo, poi si procederà alla loro ricollocazione nella Ue", ha scritto Fico su Twitter. Salvini gli ha risposto secco: "Tu fai il presidente dalla Camera e io faccio il ministro, con un programma e un contratto di governo ben preciso".

"Non è che mi arrestano?" Sono attacchi ingiusti.", ha detto il militare, che ha poi definito "incomprensibile" e "imbarazzante" la scelta del governo di tenere l'imbarcazione della Guardia Costiera al largo di Lampedusa per giorni: "La nave Diciotti è una nave militare dello Stato italiano e le viene impedito di ormeggiare in un porto italiano! Qualora fossero individuate responsabilità da parte di esponenti del governo la palla passerebbe al tribunale dei ministri. La Dda di Palermo ha aperto un fascicolo in cui si ipotizza l'associazione a delinquere finalizzata al traffico di migranti e l'associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Fallito il contatto, e approfittando dello spostamento dei mezzi della polizia, alcuni ragazzi sono riusciti a salire sul muraglione del molo dove hanno esposto uno striscione e hanno continuato ad intonare cori.

Share