India, inondazioni in Kerala: sale a 324 il bilancio delle vittime

Share

Le piogge torrenziali nello stato indiano del Kerala hanno lasciato già centinaia di vittime ed enormi danni.

Si tratta della peggiore inondazione finora registrata in quasi un secolo. Il servizio meteorologico ha avvertito che le piogge continueranno con la stessa intensità per i prossimi due giorni. Secondo il governo, gran parte delle persone sono morte travolte dai detriti causati dalle varie frane e smottamenti. Il governo indiano ha ormai schierato tutte le forze armate del Paese per le disperate operazioni di soccorso, dall'esercito, alla marina fino all'aeronautica.

I collegamenti ferroviari e aerei nello stato sono stati sospesi.

"Stiamo assistendo a qualcosa che non è mai successo prima nella storia del Kerala", ha detto ai giornalisti locali il primo ministro Pinarayi Vijayan.

Crollo ponte Genova, Salvini: "Voglio nomi e cognomi di chi è colpevole"
Un loro gesto di generosità sarebbe ben recepito non solo dal Governo, ma anche dagli italiani . Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Una delle maggiori preoccupazioni ora è il livello raggiunto dall'acqua delle 80 dighe che si trovano nello stato del Kerala, e che ha spinto le autorità locali ad evacuare intere città.

Circa 10 mila chilometri di strade sono state distrutte o danneggiate così come centinaia di case.

Lo stato indiano del Kerala è in ginocchio.

Share