Spalletti carico: "L'Inter andrà a giocarsi lo Scudetto"

Share

"Ma noi dobbiamo uscire dalla fabbrica già rodati, non ci servono ulteriori prove, siamo già collaudati e pronti per vincere tutte le partite".

Come si prepara il Sassuolo? "Il Sassuolo ha uno score contro di noi che è facile da vedere, è sempre stata una sfida difficile". Sento di avere una squadra più forte di quella dell'anno scorso. Dobbiamo migliorare la classifica anche se è chiaro che quando viene a mancare qualche pedina dispiace sempre perché poi sono elementi forti. "Nainggolan sta recuperando ma bisogna stare attenti a non sbagliare c'è da fare le cose con intelligenza". L'Inter anti-Juve? Io cerco di sbagliare il meno possibile. Loro sono i più forti, ma noi siamo nel gruppo di squadre che vogliamo provare a lottare per lo scudetto.

Perisic e Vrsaljko già titolari? "Mi aspetto di rivedere il leader e l'uomo squadra che ha capito la posizione e il settore di campo in cui deve fare la differenza". "Non hanno giocato nemmeno un'amichevole, c'è da fare attenzione e ragionare in maniera corretta per quanto riguarda lo sviluppo della partita".

" Non mi manca assolutamente niente, mi soddisfa il fatto che siano arrivati giocatore di spessore, di qualità e di livello interista".

Sentiva più pressioni l'anno scorso?

La regina del Soul, Aretha Franklin, è morta
Adesso, la sua portavoce Gwendolyn Quinn ha annunciato la morte della Franklin, gettando il mondo musicale nel lutto. La cantante, inoltre, è stata la prima donna ad avere un posto al Rock and Roll Hall of Fame.

Quali obiettivi le ha chiesto di raggiungere la sua proprietà? Vincere più partite possibili dentro il campionato, rimanere in Champions League e possibilmente offrire anche un buon spettacolo sia comportamentale che di risultati e gioco di squadra.

"Non mi metta contro su delle cose dette in passato, avevo fatto riferimento al pensare a voce alta sopratutto per non illudere i tifosi". "Modric? Ho fatto le convocazioni, lui non c'è". Volevamo avere questa bicicletta e ora dobbiamo pedalare - ha proseguito Spalletti -.

Questione Modric, cosa ne pensa? "Non parlo di giocatori che non sono dell'Inter".

Era giusto fermarsi dopo Genova? Ci sono molte squadre - ha detto - che ci possono mettere in difficoltà. "E' un calciatore forte, vive di calcio e può diventare capitano di qualsiasi squadra per come è costruito nella testa e nei muscoli".

"Non è fuori rosa, ha un affaticamento muscolare".

Share