I video del crollo del ponte Morandi a Genova

Share

Ha una lunghezza di 1.182 metri, un'altezza al piano stradale di 45 metri e 3 piloni in cemento armato che raggiungono i 90 metri di altezza; la luce massima è di 210 metri. Venne edificato con una struttura mista: cemento armato precompresso per l'impalcato e cemento armato ordinario per le torri e le pile. Dalla sua costruzione, il ponte ha sempre fatto discutere; negli anni è stato oggetto di manutenzioni profonde.

È parzialmente crollato il ponte Morandi, su cui scorre il tratto terminale dell'A10, a Genova.

Salvini respinge la nave Aquarius dai porti italiani
L'Aquarius si sta ora dirigendo verso nord , per richiedere il luogo di sbarco più vicino a un altro Centro di coordinamento . Le condizioni di salute delle persone soccorse sono stabili al momento, ma molti sono estremamente deboli e denutriti .

Negli ultimi minuti sono state diffuse le generalità di alcune delle vittime che proprio in quel momento stavano percorrendo il ponte. Tra loro il piccolo Samuele, che viaggiava in auto con la mamma e il papà di Campomorone su uno dei veicoli precipitati dal viadotto. Si credeva fosse eterno. Le autorità cilene hanno confermato che in auto con lui c'erano altri due concittadini: si tratta di Nora Aravena e Juan Pastene.

Il presidente della regione Giovanni Toti ha chiesto e ottenuto dal governo lo stato di emergenza. Un ponte strallato è sostenuto da tiranti di metallo. E' una soluzione ardita, perché il cemento lavora in compressione, mentre in trazione si usa il metallo. Ho capito subito che si trattava di una cosa grave, è stata davvero una scena assurda. Viene quindi meno la funzione originaria del cemento, che dovrebbe proteggere l'acciaio. E la sottovalutazione ha in molti casi giustificato la non adeguata manutenzione. "Era molto costoso da gestire". Per l'architetto "l'Italia costruita negli anni '50 e '60 ha urgente bisogno di ristrutturazione". "Non è stata una fatalità, ma un errore umano", ha rimarcato Cozzi. "Il viadotto è quindi da anni oggetto di una manutenzione continua". La società Autostrade divenne privata, il passante venne inserito dal governo di Silvio Berlusconi nella legge obiettivo fra le grandi opere necessarie, il suo nome mutò in "Gronda" e ne ipotizzarono più varianti a seconda se passasse a levante a ponente o addirittura a Nord. Tutti residenti in 11 palazzi che sorgono nelle vicinanze del ponte, evacuati dalle loro abitazioni per il pericolo di altri crolli. Quasi 40 le vittime accertate, di cui tre bambini, e tra i cadaveri anche due calabresi. Il primo cittadino ha proclamato per oggi e domani due giornate di lutto cittadino: "Si tratta di una tragedia terribile, ma Genova non è in ginocchio, la città sta reagendo". Lo svincolo di innesto sull'autostrada per Serravalle, all'estremità est del viadotto, produce quotidianamente, nelle ore di punta, code di autoveicoli ed il volume raggiunto dal traffico provoca un intenso degrado della struttura sottoposta ad ingenti sollecitazioni.

Share