Santa Croce ritirata dai supermercati, l'allarme del Ministero: "Non bevetela"

Share

I richiami alimentari e non solo, continuano ad essere molteplici.

Chi ha in casa acqua "Santa Croce - Oligominerale", nel formato da 1 L in vetro, imbottigliata presso lo stabilimento indicato e con il numero del lotto sotto accusa deve dunque evitare di consumarla e riportarla al negozio dove è stata acquistata. Il Ministero, in un comunicato diffuso il 10 agosto, informa che quel lotto contiene una presenza consistente di particelle in sospensione da caratterizzare.

Stare attenti a tutti i ritiri alimentari è molto importante per la propria salute e quella dei propri familiari. Tutti gli altri lotti sono sicuri.

Di Maio: "No aumento Iva ma solo un ritocco"
Si lambiccano Di Maio e Salvini sulla vicenda ben sapendo che gli elettori che con tanta convinzione li hanno votati potrebbero voltare loro le spalle se si accorgessero che tutte quelle promesse elettorali, alla fine, potrebbero restare tali.

Allerta dal Ministero della Salute per un lotto di acqua Santa Croce. La salute di ogni consumatore potrebbe essere messa in pericolo, motivo per cui si è deciso di diramare un avviso.

La o le bottiglie in questione facenti parte di una cassetta da 12 non sono distribuite nei supermercati ma nei ristoranti.

Il richiamo riguarda le bottiglie dello stabilimento Sorgente Fiuggino-Canistro, in provincia dell'Aquila, con numero di lotto BL060A10 e data di scadenza marzo 2020.

Share