Notte di San Lorenzo 2018: dove e come vedere le stelle cadenti

Share

Dopo l'eclissi lunare più lunga del secolo, tutti di nuovo col naso all'insù per la pioggia di stelle cadenti che ci aspetta durante la notte di San Lorenzo. Anche nei giorni successivi al 12 agosto le stelle cadenti continueranno a cadere.

Proprio questa settimana inizierà il periodo migliore per avvistarle, che per l'anno 2018 - secondo gli astronomi - sarà compreso dal 10 al 14 agosto. L'astrofisico Gianluca Masi del Virtual Telescope Project, spiega: "La Luna sarà nuova l'11 agosto e quindi non intralcerà in nessun modo la visione delle tipiche scie luminose".

Inoltre nella notte del 10 e dell'11 agosto è previsto un cielo sereno, che consentirà di osservare ancora meglio il fenomeno.

Rovesci in tutta Italia: il meteo del 4 e 5 agosto
Nel pomeriggio rapido aumento delle nubi cumuliformi sui monti, rovesci o temporali diffusi sul comparto prealpino, in particolare sulle Orobie, poco nuvoloso in pianura.

L'intensità massima delle meteore Perseidi raggiungerà però il picco di massima visibilità nella notte fra il 12 e il 13 agosto.

Come osservare le stelle cadenti - Per un'osservazione ideale, occorre cielo buio, nella seconda parte della notte fino all'alba, occhio nudo. È il momento in cui ci sarà una pioggia di stelle da circa 100 meteore l'ora.

Anche il nome lacrime di San Lorenzo non è del tutto corretto.

Share