Scontro Ottawa e Riad, l'Arabia Saudita sospende i voli per il Canada

Share

In tutto ciò fa discutere il caso di un account twitter pro governativo, Infographic Ksa, che lunedì ha condiviso l'immagine di un fotomontaggio in cui un aereo canadese vola verso la Cn Tower di Toronto, in stile 11 settembre. Nel Tweet, l'Ambasciata canadese di era detta "gravemente preoccupata" da una recente ondata di arresti di militanti per i diritti umani chiedendone l'immediata liberazione insieme ad altri difensori dei diritti umani arrestati in precedenza. Il Canada, tramite una portavoce del governo, ha reagito ribadendo di essere "estremamente preoccupato" e che "prenderà sempre posizione per la protezione dei diritti umani, inclusi decisamente i diritti delle donne, e della libertà d'espressione nel mondo".

Riyad ha dato 24 ore all'ambasciatore Denis Horak, "considerato persona non grata", per uscire dai confini, in una rottura delle relazioni che ha motivato con "l'aperta e palese interferenza" negli affari interni. Le dichiarazioni del ministero degli esteri di Ottawa circa l'arresto delle attiviste saudite ha scatenato la reazione di Riad, che ha espulso l'ambasciatore del Paese centroamericano. Erano anche state privare del diritto di viaggiare all'estero. Samar è la sorella di Raif Badawi, blogger saudita arrestato nel 2012 per "aver insultato l'islam", condannato a mille frustate e 10 anni di carcere, e mai rilasciato nonostante le continue campagne di pressione mondiali.

Paolo Maldini torna al Milan, sarà direttore dell’area sport
L'indimenticabile numero 3 dei rossoneri sarà il direttore sviluppo strategico Area Sport. Paolo Maldini sarebbe infatti a un passo dal ritorno al Milan .

Tensione fra Arabia Saudita e Canada, dopo che Ottawa ha vigorosamente chiesto a Riyad di rilasciare i numerosi attivisti per i diritti umani che sono incarcerati nel Paese. Riad ha inoltre congelato l'avvio di nuovi scambi commerciali e investimenti con il paese nordafricano. Lo scontro frontale con Ottawa conferma un irrigidimento nella politica del principe ereditario Mohammad bin Salman (Mbs), che ha messo nel mirino voci critiche e attivisti. Anche il leader dell'Autorità nazionale palestinese Mahmoud Abbas ha denunciato le "palesi interferenze" del Canada negli affari interni della monarchia del Golfo.

Share