E' morto Jimmy il Fenomeno, caratterista del cinema italiano

Share

Lutto nel mondo del cinema: si è spento nella giornata di ieri Luigi Origene Soffrano, meglio noto come Jimmy il Fenomeno. L'attore è morto a 86 anni nella casa di riposo per anziani di Milano dove viveva dal 2003.

Ha preso parte ad oltre 150 film, pur non rivestendo mai il ruolo di protagonista, in una carriera durata quasi mezzo secolo e i cui primi passi sono stati mossi proprio a Cerignola.

Addio a Luigi Origine Soffrano, in arte 'Jimmy il Fenomeno'. Caratteristiche di tutti i suoi personaggi: lo sguardo strabico, la parlata marcatamente dialettale e la sua tipica risata.

Kalinic all’Atletico, ci siamo: trovato l’accordo tra i due club
Se ne saprà di più nelle prossime ore ma è praticamente certo che Nikola Kalinic lascierà il Milan e si trasferirà in Spagna. Il 30enne attaccante dovrebbe invece firmare un contratto quadriennale a 2.5 milioni di euro a stagione.

Negli anni Ottanta è sbarcato in televisione e ha partecipato al programma Drive In di Antonio Ricci, facendo da spalla ad Ezio Greggio.

Negli ambienti di Cinecittà e poi in quelli del calcio è sempre stato considerato un portafortuna. Tra i film recitati dal caratterista vi sono i celebri "Il monaco di Monza", "Totò ye ye", "Il medico della mutua", "L'esorciccio", "Il bisbetico domato", "I fichissimi", "Innamorato pazzo", "Eccezzziunale... veramente", "Attila flagello di Dio", "Acqua e sapone" e "Il ragazzo di campagna".

Costretto su una sedia a rotelle da molti anni e con diversi problemi fisici, l'attore si è ritrovato negli ultimi anni in uno stato di indigenza, tanto che nel 2010 lanciò un appello perché gli venisse riconosciuto il sovvenzionamento della Legge Bacchelli (fondo previsto da una legge del 1985 a favore di cittadini illustri che versino in stato di particolare necessità).

Share