Claudio Santamaria e lo scatto "proibito" con Francesca Barra su Instagram

Share

"La cosa assurda - ha continuato - è che se si digita la parola 'sex' escono fuori foto molto esplicite, molto volgari, che non hanno nessun tipo di filtro artistico, e che non vengono censurate". Instagram non cancella commenti che alimentano odio e violenza, ma cancella una foto che non ha nulla di osceno o pornografico.

La reazione dell'attore non si è fatta attendere a lungo, Santamaria ha infatti risposto sul suo profilo Instagram rivendicando la natura artistica dello scatto e sottolineando che "Incoerenza e censura, vi meritate i selfie sopra a degli unicorni gonfiabili". L'attore aggiunge: "Inoltre, vi sono alcuni fotografi che pubblicano foto ... e non vengono censurati". Una fotografia in cui di pornografico c'era ben poco, soprattutto in considerazione del fatto che a vedersi erano soltanto i profili della coppia, ma evidentemente tanto è bastato ad Instagram per decidere di censurare questo frame di vita coniugale. "Ma di quello cosa pensate? - prosegue la neo sposa - Sicuramente non avete nulla di meglio da fare..." Perché poi mi sfugge il motivo per cui concedete altro e molto, molto peggio. "Non so. Ma vorrei saperlo". Clicca qui per visualizzare il post.

Calciomercato Milan, Bernard e poi un centrocampista
Secondo la " Gazzetta dello Sport " infatti i nerazzurri hanno contattato il giocatore. Bernard è un nome che potrebbe scatenare un derby Inter-Milan.

La foto era stata rimossa da Instagram perchè contro le "linee guida della comunità". Domenica 5 Agosto l'attore ha pubblicato una foto sul noto social insieme alla moglie Francesca Barra. Ma l'esperienza politica per la giornalista è durata pochissimo, giusto il tempo di una campagna elettorale durante la quale comunque il marito le è stato accanto. Per farlo, il protagonista di Lo chiamavano Jeeg Robot ha pubblicato una foto di un momento intimo di vita di coppia: lui e la moglie, ripresi sotto la doccia da un obiettivo sfocato, mentre si abbracciano l'uno di fronte all'altra. Però permette la diffusione di immagini di tette, culi e volgarità varie senza nulla di artistico.

Share