Ue: a giugno prezzi produzione industriale +0,4% in eurozona, +3,6% su anno

Share

Roma, 2 ago. (AdnKronos) - A giugno i prezzi alla produzione industriale nella zona euro sono cresciuti dello 0,4% rispetto al mese di maggio.

Rispetto a maggio l'incremento è dello 0,5% mentre su base annua l'aumento è dell'1,7%.

In base al trimestre, la produzione industriale rimane invariata rispetto al periodo gennaio - marzo.

I settori di attività economica che registrano la maggiore crescita tendenziale sono l'attività estrattiva (+12,5%), la produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+11,8%) e la fabbricazione di mezzi di trasporto (+7,1%).

Basilea eliminato dalla Champions: arriva una grandissima notizia per la Roma!
Il 'progresso' giallorosso non è un dettaglio di poco conto visto che per il sorteggio della fase a gironi potranno affrontare un gruppo più abbordabile e con avversari meno importanti.

Nuovo rialzo della produzione industriale.

L'indice destagionalizzato mensile mostra a giugno una crescita rispetto al mese precedente nei comparti dei beni strumentali (+1,4%) ed, in misura più contenuta, dei beni di consumo (+0,5%) e dei beni intermedi (+0,1%); una variazione negativa registra invece l'energia (-0,7%).

A trainare la crescita ci sono dunque i beni strumentali. L'indice destagionalizzato dei beni strumentali - rileva infine Istat - raggiunge a giugno un livello elevato (114,6) sostenuto da quattro mesi di continua crescita congiunturale. Le flessioni più ampie invece toccano la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-8,6%), la fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-6,5%) e l'industria del legno, della carta e stampa (-4,2%). Il rallentamento è attribuibile, soprattutto, al mercato interno, in particolare all'andamento debole degli investimenti in macchinari e attrezzature nel primo trimestre. Il dato è stato migliore delle attese degli analisti, che avevano indicato una crescita dell'1,5%.

Share