UBI Banca cartolarizza 2,75 mld euro di Npl con Gacs

Share

Nella conference call di presentazione della banca, l'Ad Massiah ha risposto alle domande sul consolidamento con banca Carige, assente dai piani di Ubi: "In qualsiasi modo rispondessi mi farei male, posso solo dire che nell'ambito dei nostri piani uno scenario di questo genere non c'è".

A gusci intatti, torna poi a camminare sul velluto finanziario della semestrale, chiusa con un utile di 208,9 milioni di euro (221,1 milioni al netto delle poste non ricorrenti) e, per tutta una serie di circostanze, (acquisizione delle tre good bank e tutto quel che ne è conseguito), difficilmente confrontabile con il 2017. L'istituto ha anche aggiunto che tra fine anno e inizio 2019 cederà un ulteriore portafoglio di Npl che si prevede sarà composto per il 90% da crediti "unsecured", per un ammontare complessivo inferiore al portafoglio appena cartolarizzato e che non sarà oggetto di cartolarizzazione.

Basilea eliminato dalla Champions: arriva una grandissima notizia per la Roma!
Il 'progresso' giallorosso non è un dettaglio di poco conto visto che per il sorteggio della fase a gironi potranno affrontare un gruppo più abbordabile e con avversari meno importanti.

Effetti pratici: l'utile realizzato ha attenuato l'effetto negativo dell'allargamento dello spread sulla riserva di valutazione del portafoglio di proprietà, il Cet1 si fissa all' 11,42%. Nel perimetro della macro area, nei primi sei mesi dell'anno sono stati realizzati risultati confortanti: abbiamo erogato finanziamenti per 502 milioni con una crescita del 18,4%. "È ambizioso ma più che raggiungibile, che ci posiziona tra le migliori banche italiane in termini di questo rapporto e dà garanzie al mercato della solidità e della tranquillità della gestione del credito non performante".

Infine, i costi, altro elemento sempre da tenere sotto controllo, sono scesi a 601,4 milioni contro i 623 milioni del primo trimestre con un orizzonte dove nei prossimi tre mesi si stagliano verifiche di "compatibilità per la firma di un nuovo accordo sindacale uscite in linea con le previsioni del Piano Industriale". Secondo le previsioni per l'esercizio di Ubi Banca, "la graduale crescita del margine di interesse è attesa proseguire anche nel secondo semestre 2018" mentre ci si attente "una sostanziale tenuta delle commissioni nette" e "di mantenere il trend di riduzione del costo del credito rispetto al 2017".

Share