Trump attacca LeBron James, la moglie Melania... lo elogia

Share

Nel battibecco tra il cestista americano LeBron James ed il presidente Usa, Donald Trump, è intervenuta la First Lady Melania che si è schierata con il campione dell'Nba prendendo le distanze dal marito. La first lady, come ha sempre fatto, incoraggia tutti a dialogare apertamente sui problemi che affliggono i bambini di oggi. Ha risposto invece Don Lemon, uno dei conduttori più popolari della Cnn: "Chi è veramente stupido?" Il cestista giorni fa aveva incassato anche il sostegno di Michelle Obama.

Lemon stava intervistando James, che da questa stagione giocherà con i Los Angeles Lakers, riguardo alla nuova scuola pubblica per bambini di famiglie povere e problematiche che ha aperto attraverso la sua fondazione benefica ad Akron, la sua città natale in Ohio. "King James" era quindi tornato sulla polemica dei giocatori di football americano che si inginocchiano all'inno in segno di protesta contro il razzismo e le violenze della polizia sui neri, quegli stessi atleti che Trump vorrebbe vedere cacciati dai campi da gioco, radiati: "Lo sport non è mai stato qualcosa che divide la gente, ma qualcosa che unisce".

Corsica: onda anomala nel fiume, morti cinque escursionisti
Stamani sono riprese a Soccia le ricerche interrotte per la notte della donna dispersa. Al lavoro, gli elicotteri della gendarmeria e otto subacquei dei pompieri.

Qualche giorno fa era stato lo stesso Lebron ad attaccare il presidente in un'intervista alla Cnn. "Un uomo che mette i bambini in una scuola o quello che mette i bambini in una gabbia?". A sostegno di Lebron James si e' schierato anche l'altra leggenda della Nba, Michael Jordan, che pure Trump ha detto di preferire. "Io sto con Lebron", ha pero' risposto Jordan, "sta facendo un lavoro straordinario per la sua comunita'". "Mi sono seduto di fronte a Barack Obama".

Share