Suso: "Adoro il Milan: rimango e rinnovo"

Share

Intervistato da Marca Suso parla di tutto, dalle differenze del calcio italiano con quello spagnolo ("fisicamente e tatticamente si lavora più che in Spagna e in Inghilterra, ci sono molte sessioni di video e allenamenti senza palla, questo è uno dei ritiri più duri che ricordi") alla voglia di rimanere rossonero: "Voglio rimanere in Italia anche se la Spagna è sempre casa mia". Con la nuova proprietà ci siederemo e parleremo ancora di rinnovo. Parole e musica di Suso, fantasista del Milan avvicinato anche all'Inter nelle prime settimane di mercato, quando la dirigenza nerazzurra pensava ad un altro esterno destro da regalare a Luciano Spalletti. A novembre, ho firmato il nuovo contratto e potremmo riparlarne presto. E per me è un orgoglio. "Sarà una gioia dire che sono stato un giocatore importante di questa squadra". E' sempre bello vincere partite anche quando si è in preparazione. Si mangia bene, si vive bene e il clima non è male. "Ma tutti sanno cosa fare, hanno una filosofia". Ma questo succederà in un futuro lontano, per ora Suso ha la testa solo al Milan. Va via invece Bonucci: "Ne perdiamo in leadership ed esperienza, aveva capito di aver fatto un passo indietro venendo al Milan e per questo è tornato alla Juve".

Punta da una medusa: muore una bimba italiana di 7 anni
Causa choc anafilattico: chi ne viene in contatto dovrebbe essere trattato subito con l'adrenalina. Gaia Trimarchi poteva essere salvata?

Uno dei fattori della permanenza in rossonero è stato finora Gennaro Gattuso: "Ha il DNA Milan". È un giocatore che si smarca bene e sa cosa fare con la palla. Sono arrivate offerte da quattro-cinque squadre ma il club non era disposto a trattare. "Quest'anno, con l'allenatore all'inizio, l'obiettivo sarà giocare la Champions League". "Sarebbe un sogno giocare all'Europeo o al Mondiale".

Share