" A Giovanni Gallavotti il premio Poincaré: il "Nobel" per la fisica matematica"

Share

Giovanni Gallavotti è il primo italiano ad aggiudicarsi il premio Poincarè, il riconoscimento più importante a livello mondiale per la fisica matematica. A valergli un tale riconoscimento internazionale sono state le sue ricerche sulla meccanica statistica, sulla teoria quantistica dei campi, la meccanica classica e i sistemi caotici. Nato nel 1941 a Napoli, è membro dell'Accademia dei Lincei. Oltre a Gallavotti, il prestigioso riconoscimento per il 2018 è andato a Michael Aizenman e Percy Deift. Il fisico matematico ha poi collezionato diverse esperienze all'estero, mentre in Italia è stato nominato professore emerito dell'Università di Roma La Sapienza. Il premio internazionale è attribuito ogni 3 anni dal 1997. "Nella motivazione - ha detto all'ANSA - c'è la traccia del mio percorso culturale".

Sono stati i secondi ad affascinarlo in modo particolare. "La termodinamica - osserva - e' nata con l'era industriale, quando si sono costruiti i primi motori si e' comunicato a studiare massimo rendimento possibile: era una questione teorica, ma di grande importanza per l'ingegneria e all'inizio dell'800 queste ricerche hanno permesso di calcolare il massimo rendimento che si puo' ottenere da una macchina".

Mps: utile netto semestrale a 289 mln di euro
Siamo passati da un piano di ristrutturazione pesante, con meno spazi di manovra su iniziative commerciali e investimenti. Nonostante i buoni numeri, il titolo di Mps è stato fermato per due volte alle contrattazioni per eccesso di ribasso.

Dopo Alessio Figalli, primo italiano a vincere la prestigiosa medaglia Fields, considerato alla pari di un premio Nobel per la matematica, è arrivato un altro riconoscimento per la scienza italiana. Spingendosi poi nel campo dell'astronomia, la meccanica dei sistemi in non equilibrio potrebbe essere applicata al movimento dei pianeti.

Share