Punta da una medusa: muore una bimba italiana di 7 anni

Share

Il veleno quando entra nel circolo sanguigno può causare la morte per shock, dopo intensi spasmi muscolari, paralisi respiratoria e muscolare ed arresto cardiaco, il tutto in due o tre minuti. È stata necessaria mezz'ora di barca - riferiscono i media - per trasportare Gaia fino all'isola più grande di Caramoan e poi altri dieci minuti per arrivare in ospedale. "È essenziale, in questi casi, l'aceto" che può contribuire a "neutralizzare il veleno", riducendone l'impatto, ha aggiunto. A bordo dell'imbarcazione non c'era un kit per la medicazione e quando la piccola è stata finalmente soccorsa è stata dichiarata morta per la sezione allergica causata dalle tossine inoculate dalla medusa.

La vespa di mare rientra nel novero delle meduse più mortali presenti nei mari terrestri e, di conseguenza, nel ristretto cerchio degli animali più pericolosi presenti al mondo, responsabile di un'elevata percentuale di decessi in relazione a punture di celenterati, specie lungo le coste australiane. Quando nuota i tentacoli si contraggono e diventano lunghi circa 15 cm, quando invece sta cacciando i tentacoli si assottigliano e si allungano fino a tre metri. E' il caso della Velella velella o, più comunemente, Barchetta di San Pietro, specie di medusa piuttosto diffusa nel Mare nostrum e dal caratteristico colore blu. Gaia mi chiedeva: "'Cosa mi sta succedendo?', io le ho risposto 'Vedrai, non ti succederà nulla', 'Per favore mamma, non portarmi più al mare', 'No, non succederà più', le ho detto". Le sostanze urticanti provengono dai tentacoli e causano una reazione infiammatoria che si accompagna ad eritema, gonfiore e bruciore. Per questo, tuttora, ci si interroga sulla mancata segnalazione di pericolo sull'isola di Sabitang Laya, dove Gaia stava trascorrendo le vacanze e, soprattutto, sull'enorme difficoltà incontrata dalla famiglia per accompagnarla in ospedale, senza aver avuto a disposizione nemmeno un kit di primo soccorso. Causa choc anafilattico: chi ne viene in contatto dovrebbe essere trattato subito con l'adrenalina.

Incidenti in Montagna: precipita cordata sul Monte Bianco, morti 3 alpinisti
Due alpinisti austriaci sono stati recuperati stamane sul massiccio del Monte Bianco dall'elisoccorso. Secondo quanto appreso dal quotidiano Le Dauphiné , i tre alpinisti sarebbero precipitati .

Gaia Trimarchi poteva essere salvata?

Share