Il decreto dignità passa alla Camera: le principali novità

Share

Il disegno di legge di conversione in legge del decreto Dignità è stato approvato dalla Camera. La maggioranza dei deputati ha approvato il provvedimento con 312 sì.

Nell'ambito della scuola sono stati prorogati i contratti delle maestre fino al 20 giugno 2019, con la possibilità di essere ammesse in ruolo attingendo alle varie graduatorie. Martedì 7 agosto il testo arriverà in seconda lettura al Senato. Si parte dall'estensione degli sgravi fiscali per tutte le assunzioni a tempo indeterminato (una modifica parziale di quanto già fatto da Gentiloni negli ultimi mesi di Governo Pd-Ncd), passando poi per le multe più salate per chi viola il divieto sulla pubblicità nel modo del gioco d'azzardo, finendo sull'introduzione dei voucher ma solo per il settore turistico.

Tra i punti principali del decreto all'esame del Senato, sono la riduzione da 36 a 24 mesi della durata massima dei contratti a termine, la reintroduzione delle causali dopo i primi 12 mesi, le misure contro le delocalizzazioni delle imprese, la stretta sui giochi e nel capitolo fiscale l'esclusione dello split payment dei professionisti. Fratelli l'Italia ha voluto l'aumento dal 5 al 20% delle sanzioni per chi non rispetta la legge sulla pubblicità relativa al gioco d'azzardo. Su Twitter lo ha definito "un primo importante passo avanti nella lotta al precariato" e si è detto "orgoglioso di guidare un governo che lavora per cambiare davvero questo Paese". Il dl prevede a riguardo un periodo transitorio fino al 31 ottobre, con le nuove norme che di conseguenza non saranno applicabili prima di novembre.

SENZA CAUSALI DOPO 12 MESI SCATTA L'ASSUNZIONE: come sanzione antiprecarietà è stato stabilito che superati i 12 mesi di contratto a termine, se non verranno indicate le causali dei rinnovi, il contratto si trasformeranno automaticamente in stabile.

Pil: Istat, in 2° trim. +0,2%, +1,1% su anno
Basandosi su dati tendenziali, l'Istat spiega che stanno continuando "le tensioni sui prezzi dei prodotti di largo consumo". Il Pil acquisito per il 2018, quello che si avrebbe se nel secondo semestre la crescita fosse zero, è pari a +0,9%.

La scritta "nuoce alla salute" apparirà ora anche sui gratta e vinci, così come già accade oggi con i pacchetti di sigarette.

Il bonus assunzioni giovani così come introdotto nella Legge di Bilancio 2018 potrà essere richiesto per le assunzioni di lavoratori under 35 fino al 2020; in precedenza la scadenza era fissata al 31 dicembre 2018, dopo quella data il limite sarebbe sceso a 30 anni. Il provvedimento introduce molti cambiamenti: dai contratti a termine ai contributi per le colf.

VOUCHER PER ALBERGHI FINO A 8 DIPENDENTI Potranno essere utilizzati i nuovi voucher anche in agricoltura, negli enti locali e nelle strutture alberghiere e ricettive che hanno alle loro dipendenze fino ad 8 lavoratori.

Nuovo tetto massimo per i contratti a termine: i contratti a tempo determinato, compresi quelli in somministrazione, non possono superare il 30% dei contratti a tempo indeterminato nella stessa azienda.

Share