Matteo Salvini è stato denunciato per 'odio razziale' dall'associazione Baobab Experience

Share

"Baobab Experience mi ha denunciato per 'odio razziale'. Insieme all'associazione Baobab Experience abbiamo denunciato alle autorità Matteo Salvini per il reato di diffusione di idee fondate sull'odio etnico o razziale". "I numeri - ha aggiunto - dicono che, fortunatamente, gli episodi di violenza nei confronti sia di cittadini italiani che di stranieri, quest'anno sono in costante diminuzione rispetto agli anni passati".

"Il motivo: "Una sentenza della cassazione ha ritenuto la frase "...dovete andare via", rivolta ad alcuni immigrati minacciati ed aggrediti, aggravante con finalità di discriminazione, ovvero di odio razziale o etnico. Per questo appare configurarsi il reato di diffusione idee fondate sull'odio etnico o razziale: "Salvini fomenta un'allarmante intolleranza sociale".

"Pazzesco! - si legge nel post di Salvini - L'informazione 'ufficiale' ha occupato pagine di giornali e ore di telegiornali per denunciare l'emergenza Razzismo, alimentata da quel cattivone di Salvini". "L'accoglienza è lo specchio della civiltà, si tratta di un concetto semplice che esprime una rosa di significati che parlano di diritti umani e di libertà di movimento" viene quindi sottolineato.

Su Twitter Matteo Salvini ironizza, facendo sapere ai sui follower di essere stato denunciato per "aver scritto su Facebook: 'Andate via!'".

Dopo il caso Mura, M5S pubblica la top ten degli assenteisti
Sul sito, infatti, sono registrate quotidianamente le presenze, le assenze e le attività di deputati e senatori nelle aule parlamentari.

L'associazione Baobab Experience ha così deciso di reagire. "Ma le beghe interne a Forza Italia mi interessano poco, andiamo avanti, c'è troppo da fare per polemizzare".

"Crediamo" continuano "che la politica e la sua sete di consensi facili abbia le maggiori responsabilità di quanto sta accadendo nel Mediterraneo e per le strade delle nostre città".

Leonardo Foa - il figlio 24enne del giornalista Marcello, la cui candidatura alla presidenza della Rai voluta dal governo M5S-Lega è stata bocciata ieri dalla Commissione di Vigilanza della società - lavora all'interno dello staff del vicepremier Matteo Salvini.

Share