Alessio Figalli ha vinto la medaglia Fields

Share

Alessio Figalli, questo il suo nome, è un 34enne romano e professore ordinario al Politecnico di Zurigo. E' il secondo italianoa ricevere l'ambito riconoscimento dopo 44 anni di assensa del tricolore. La medaglia, a differenza del Nobel, viene assegnato ogni quattro anni a quattro matematici che non superino i 40 anni di età. "Ambrosio - ricorda la Normale - è infatti anche Plenary Speaker al congresso di Rio De Janeiro", dove è stato annunciato il riconoscimento al giovane italiano, durante la cerimonia di apertura del XXVIII 'International Congress of Mathematicians', che si tiene dall'1 al 9 agosto.

"Questo premio mi dà tantissima gioia, è qualcosa di cosi grande che mi risulta difficile credere di averlo ricevuto", ha detto all'ANSA Alessio Figalli commentando l'assegnazione della medaglia Fields. "E'un grande stimolo per il futuro, che mi motiverà a continuare a lavorare nei miei settori di ricerca per cercare di produrre studi di altissimo livello".

La medaglia Fields torna in Italia dopo 44 anni e nello specifico nella Capitale. Dal 2016 insegna nel Politecnico di Zurigo. Lui è nato il 2 aprile del 1984 a Roma, da madre romana e padre napoletano, e si è diplomato nel liceo classico 'Vivona' nella Capitale.

I teoremi di Figalli affrontano una moltitudine di problemi - alcuni connessi al trasporto ottimale, su cui ha scritto la tesi di dottorato, altri alla 'frontiera libera', il campo di studi a cui più si sta dedicando negli ultimi anni - e non si limitano a essere risultati teorici: hanno applicazioni ingegneristiche e fisiche, e permettono una maggiore comprensione di fenomeni naturali come le bolle di sapone, la meteorologia e la formazione delle nuvole.

Occhio a Marte: visto da così vicino, uno spettacolo dalla Terra
Questi incontri ravvicinati sono inoltre, per le agenzie spaziali, un'opportunità per programmare il lancio di nuove missioni . Marte si trova infatti alla minima distanza dal nostro pianeta , pari a 57.590.630 chilometri.

NIZZA - Così, a ottobre 2007, il giovane è già laureato e dottorato e "invitato a partecipare a un concorso all'Università di Nizza, come ricercatore del CNRS (Centre National de la Recherche Scientifique, l'equivalente del CNR italiano)" dove si classifica in prima posizione.

Il premier Conte: "Complimenti ad Alessio Figalli, premio Fields per la matematica. Una velocità sorprendente anche per la Scuola Normale, che prevede l'obbligo di mantenere una media voti non inferiore a 27, con nessun voto inferiore a 24".

Una conferma dell'eccellenza italiana: rappresenta questo, per il direttore Scuola Normale Superiore di Pisa, Vincenzo Barone, l'assegnazione della medaglia Fields ad Alessio Figalli. "Alla Normale - prosegue Barone - Figalli ha trovato i suoi maestri, che presto sono diventati suoi 'pari'".

Nel 1974 un promettente Enrico Bombieri, all'età di 34 anni e proveniente dall'Università di Pisa, ha vinto la prestigiosa medaglia Fields.

Share