Atalanta, Gasperini: "La qualificazione è aperta"

Share

Sarajevo-Atalanta è il match di ritorno del turno preliminare di Europa League che si giocherà stasera, giovedì 2 agosto 2018 alle ore 20:15.

Che sia la serata della svolta, all'Asim Ferhatovic Hase Stadium dove s'è svolto anche il prepartita (con diretta twitter sul profilo ufficiale del club bergamasco), ne è convinto anche lo spogliatoio, di cui Andrea Masiello, affiancato al suo allenatore, ha vestito i panni del portavoce: "Cercheremo di prevalere in tutti i modi, è fondamentale per il lavoro svolto da due anni a questa parte", la sua affermazione lapidaria. Essendo però già stato effettuato il sorteggio che ha determinato gli accoppiamenti per il prossimo turno, sappiamo che la vincente tra Sarajevo e Atalanta troverà sulla propria strada chi passerà il turno nell'abbinamento fra gli israeliani dell'Hapoel Haifa e gli islandesi del FH Hafnarfjörður. Poi ci sono gli avversari, che in questo caso non conoscevamo e non è stato semplice. La partita di andata è stata utile per conoscere meglio i nostri avversari. Abbiamo bisogno di giocare con qualità, di essere più precisi, perché il Sarajevo è una squadra che sta sfruttare le opportunità.

Collina, addio UEFA (e VAR a doppia velocità)
Al suo posto arriva un altro ex arbitro italiano, Roberto Rosetti , che attualmente è responsabile italiano della VAR. Collina resterà presidente della Commissione arbitri della FIFA .

"Siamo un gruppo di gente che sa ciò che vuole - continua il numero 5 nerazzurro - abbiamo tanti pregi, quando ci sono dei difetti si lavora insieme per limitarli e non commettere errori". E' un brutto risultato quello di giovedì scorso che ci costringe a fare una partita importante domani. "Abbiamo analizzato le cose positive e negative che abbiamo fatto all'andata, ora abbiamo altri 90 minuti da giocare bene e seriamente, perché c'è la qualificazione in palio". La partita di questa sera si preannuncia ricca di emozioni con l'Atalanta di Giampiero Gasperini che proverà in ogni modo a segnare almeno due reti in trasferta. "Siamo obbligati a fare risultato". Raggiunge Conti e Kessie, c'è un po' di Atalanta anche nel Milan.

Share