Marchionne: "era in cura da più di un anno", ospedale conferma

Share

Da oltre un anno si recava con cadenza regolare presso l'ospedale al fine di curare una grave malattia. Nelle ultime ore infatti si è verificato il più grande crollo che FCA ha registrato del mercato azionario negli ultimi 18 mesi. "Nonostante il ricorso a tutti i trattamenti offerti dalla medicina più all'avanguardia, il signor Marchionne è venuto a mancare", si legge nel comunicato dell'ospedale.

L'Ospedale universitario di Zurigo (USZ) ha spiegato nel comunicato che "la fiducia dei/delle pazienti nei confronti del ricorso alle migliori terapie possibili e nella discrezione è cruciale per un ospedale". Lo ha riferito l'ospedale di Zurigo (Usz), che in questi giorni e fino a stasera aveva mantenuto il più stretto riserbo sulle condizioni del manager. "L'ospedale universitario di Zurigo (usz)" - spiega il comunicato - attribuisce enorme importanza al segreto professionale, e questo vale in egual misura per tutti i pazienti e le pazienti. Lo stato di salute è materia dei pazienti e dei familiari. Venerdì 20 luglio la Società è stata informata dalla famiglia del Dottor Marchionne senza alcun dettaglio del serio deterioramento delle sue condizioni e che di conseguenza egli non sarebbe stato in grado di tornare al lavoro. Il valore del titolo di FCA ha perso oggi il 15,5 per cento. "La società - conclude il portavoce - ha quindi prontamente assunto ed annunciato le necessarie iniziative il giorno seguente".

Scontro Famiglia Cristiana-Salvini 'Vade retro' in copertina
Per il ministro quella del settimanale cattolico è una copertina di "pessimo gusto e irrispettosa": "Me la sarei aspettata da Repubblica o L'Espresso , non da loro".

A preoccupare il mercato è stato soprattutto il calo dell'utile nel trimestre e il taglio delle stime su ricavi per il 2018. A fine giugno annuncio di una operazione alla spalla per Sergio Marchionne, un'operazione che purtroppo ha preso una piega inaspettata tanto da sollecitare il cdA per nominare il nuovo aD Mike Manley. Primo fra tutti l'Asia, terra ostile per il Lingotto, i cui numeri ancora ieri sono risultati molto deludenti. Le aziende del gruppo Agnelli Exor, Fca, Cnh, Ferrari e Juventus ricorderanno Marchionne in due cerimonie che si terranno a Torino e ad Auburn Hills, sede del gruppo negli Stati Uniti.

Share