Migranti, Conte esulta: Francia e Malta accoglieranno ognuna 50 persone

Share

"Ho ricordato loro - prosegue il presidente del Consiglio - la logica e lo spirito di condivisione che sono contenuti nelle conclusioni del Consiglio europeo di fine giugno e che prevedono il pieno coinvolgimento di tutti i paesi dell'Ue".

LA VERSIONE DI PALAZZO CHIGI - Secondo la versione fornita da fonti di palazzo Chigi, una parte dei migranti del barcone si sono gettati volontariamente in mare. "Anche l'Italia sarebbe pronta a prenderne una quota". "L'obiettivo - scrive Conte - è imprimere un ulteriore, concreto impulso, insieme agli stakeholders europei ed internazionali" ad una "gestione organizzata e condivisa dei flussi migratori nel rispetto della tutela della persone umana, dentro e fuori l'Europa". Ho confermato che coerentemente con la nostra politica, parteciperemo ad un'iniziativa di ridistribuzione.

La Procura di Trapani ha emesso un decreto di fermo a carico dei due migranti sbarcati dalla nave Diciotti, dichara Tijani Ibrahim Mirghani e Ibrahim Amid, finora indagati a piede libero per violenza privata.

Una donna incinta su una barella, una mamma con un neonato e un bimbo di tre anni sono i primi migranti scesi dalla nave della Guardia Costiera.

Il pattugliatore della Gdf, con a bordo gli altri 266 migranti, si trova, invece, al momento al limite delle acque territoriali. Le due imbarcazioni attendono disposizioni. Intanto a bordo delle due navi arriveranno viveri e medicine oltre ad una equipe di medici.

Libero scambio Ue-Canada, Di Maio: "Chi lo difende sarà rimosso"
La rivendicazione di un "sano sovranismo" come spiegato dal Ministro prende corpo per poter "cercare di difendere le eccellenze italiane, ma veniamo accusati di essere populisti e antieuropeisti".

Venerdì sulla vicenda si era registrato il nuovo scontro fra Italia e Malta.

Il premier annuncia che il governo chiedera' alla prossima riunione del Cops "l'adeguamento immediato del Piano operativo dell'Operazione Eunavformed-Sofia in relazione al porto di sbarco, che non puo' continuare ad essere identificato solo in Italia". Abbiamo già dato, ci siamo capiti?', aveva detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Va all'attacco il governo della Repubblica Ceca: 'L'approccio di Conte è la strada per l'inferno', avverte il premier Babis, che invita l'Ue al modello australiano: 'Non far sbarcare i migranti in Europa'.

L'AUT AUT DELL'ITALIA, POI LA DISPONIBILITA' DI FRANCIA E MALTA - Accordo con gli altri paesi Ue per la redistribuzione dei migranti o niente sbarco sulle coste italiane. "È il primo importante risultato ottenuto, dopo una giornata di scambi telefonici che ho avuto con tutti i 27 leader europei", si è vantato su Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Share