Atalanta, Gasperini: "Gomez è determinante"

Share

Il presidente Percassi e Gasperini mi hanno fatto sentire importante. La Sampdoria non ha messo ostacoli alla mia uscita, ho pensato che l'opportunità era importante per me. "Sulla maglia avrò il mio nome Duvan e il numero 91: lo porto da quando gioco in Italia ed è il mio anno di nascita". A Bergamo si aspetta intanto l'arrivo di Pasalic: poteva essere oggi la giornata giusta delle visite mediche ma probabilmente slitterà tutto a domani e finalmente Gasperini avrà il suo nuovo centrocampista alla Cristante. Non ho un soprannome, magari me ne inventeranno uno nuovo ma intanto devo pensare a come esultare: a Genova mimavo il gesto della pipa, qui devo cambiare ma ci sto già riflettendo. Il suo primo contatto con la stampa è semplice, stringe la mano a tutti i giornalisti presenti e regala un sorriso che sembra sincero.

Come è giocare accanto a giocatori del calibro di Gomez e Ilicic? Per carità, nessun dubbio sul valore dell'Atalanta. "Sono sincero, l'anno scorso non ho seguito molto l'Europa League, e quindi l'Atalanta in quella competizione, perché mi sono ritagliato un po' di spazio soprattutto per la Champions League: con due bambini piccoli diventa complicato seguire tutto".

Per il momento sono in camera da solo, come Ilicic.

Ronaldo: "Juventus? Scelta fatta da tempo. Qui per fare la storia"
Una folle idea nata in una notte di Champions League: così è nata la trattativa che ha portato Cristiano Ronaldo alla Juventus . Ma ringrazio ancora una volta Agnelli per aver pensato a me: la forma non era molto importante.

Musa Barrow. Sapevo che era molto forte, ma non pensavo così tanto.

Piano piano si arriva lontano. "A bocce ferme, dopo il 6-1 in amichevole al Chiasso, Gian Piero Gasperini replica così allo spettatore che ha beccato il capitan dell'Atalanta, gridandogli "ricordati che giochi nell'Atalanta!" e "'Papu', vai a giocare alla Juve!", dagli spalti di Clusone: "In questi 10 giorni di preparazione tutti hanno dato il massimo, Gomez compreso, e vorrei sottolineare che le notizie su una sua partenza sono infondate", ha proseguito l'allenatore. Ronaldo da solo non può vincere il campionato.

Share