Farmaci per la pressione potenzialmente cancerogeni: ecco l’elenco

Share

L'Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto il ritiro di diversi lotti di farmaci a base del principio attivo valsartan.

I medicinali interessati sono quelli a base del principio attivo valsartan, utilizzato comunemente per trattare l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca, specie nei pazienti infartuati.

Impurezza legata alla presenza di una sostanza potenzialmente cancerogena che avrebbe contaminato la materia prima usata per produrre i farmaci. E' quindi a causa di questa "intrusione" che è stato precauzionalmente disposto, sia da parte dell'Aifa che da parte delle altre Agenzie europee il ritiro dei lotti di alcuni farmaci basati sul principio del valsartan. Gli esperti hanno deciso, a scopo precauzionale, di chiedere a farmacie e catene distributive di bloccarne la vendita.

Come ci illustrano i rapporti Osmed, nell'Unione europea l'Italia è tra i Paesi che registrano il minor consumo di medicinali, con e senza obbligo di ricetta: soltanto il 38,4% dei suoi abitanti dichiara di aver usato farmaci etici in un arco di tempo di due settimane, quando la media europea si assesta al 48,6%. Per questo motivo, insomma, l'agenzia del farmaco ha stabilito il ritiro delle confezioni di farmaci per chi cura la propria pressione del sangue.

Milan, Gattuso: "Zaza? Così ho già Cutrone. Ci prepariamo per l'Europa"
Servono caratteristiche sia tecniche che umane, quando si spendono 50-60 milioni si trascurano l'aspetto caratteriale. Una cosa ve la posso assicurare: il Milan non andrà a proporre i suoi giocatori o a svendere i big sul mercato.

"L'AIFA sta lavorando insieme all'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e alle altre agenzie europee per valutare il grado di contaminazione nei prodotti coinvolti e adottare misure correttive nel processo produttivo" concluso dall'Agenzia italiana dle farmaco.

I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco sopra riportato possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II.

"Per i pazienti trattati con i medicinali riportati nell'elenco di cui sopra la terapia può essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell'angiotensina II" spiega l'Aifa.

Non dovresti interrompere il trattamento senza aver parlato con il tuo medico, con il quale potrai concordare un trattamento alternativo (con altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con altro medicinale appropriato).

Share