Emre Can il jolly: ecco le Juventus "possibili" con lui in mediana

Share

Faceva parte della Germania Ovest che l'Italia sconfisse nella mitica semifinale mondiale dell'Azteca, anche se non scese in campo; era invece titolare inamovibile quattro anni prima, quando la sua nazionale perse la finale contro l'Inghilterra.

In attesa che si definisca la trattativa Cristiano Ronaldo, la Juventus inizia la stagione accogliendo i nuovi acquisti.

Il nuovo numero 23 ha dimostrato di conoscere la storia della Juventus, compresi gli anni di astinenza da CL, sa benissimo che l'anfora dalla dubbia moralità è il sogno non troppo nascosto della società ma, se ancora non conosce la lingua, ha dimostrato di conoscere la diplomazia dichiarando che "tutti la vogliono vincere".

"Sarebbe bellissimo giocare con un calciatore come lui, non so se ci sono stati contatti". Le prime parole di Emre Can in bianconero fanno rima con il motto di bonipertiana memoria inciso, da sempre, nella filosofia made in Juventus.

George Clooney coinvolto in un incidente stradale
Le sue condizioni non sarebbero comunque preoccupanti anche se la paura è stata davvero tanta. Incidente stradale questa mattina per George Clooney in Sardegna .

Intervenuto ai microfoni della stampa, Emre Can svela subito le proprie sensazioni: "E' stato il mio primo giorno e sono veramente felice di essere qua. Ho avuto contatti con Sami e lui mi ha ribadito che la Juventus è un club eccezionale". I bianconeri hanno salutato Vinovo e hanno dato il via alla nuova stagione nel J-Training Center. La Juventus era nel destino anche di Emre Can fin dalla tenera età, come conferma lo stesso calciatore tedesco: "Mi disse che da grande avrei giocato nella Juventus e oggi sono qui - ha proseguito nel giorno della presentazione ufficiale -, Era un periodo eccezionale per la Juventus, giocavano in bianconero Del Piero e Nedved".

Ha già parlato con Allegri? La società mi voleva già da tanti anni: so quanto è grande questo club e mi ha convinto a venire la mentalità vincente, la stessa che ho io.

RUOLO - Ho parlato con Allegri, ma non ancora di tattica. Io voglio essere d'aiuto per arrivare all'obiettivo. Delusione per l'uscita dal Mondiale? Il mio idolo? Mi piaceva molto Zidane. "Gli altri giocatori mi hanno accolto molto bene". Mi hanno chiesto delle vacanze e dell'infortunio. Low è grande allenatore e ha vinto gli ultimi Mondiali: "si rimetterà in piedi".

Share